Smi sotto il quarto target ribassista: persa quota 9.000

Hai domande o commenti? Scrivi a info@finanzaoperativa.com

smi

Seconda candela nera per il future sullo Smi di settembre che scivola sotto quota 9.000 punti. Lascia il gap down dietro di sè, tra 9.128 e 9.082 e aggiunge gli altri gap up tra 8.506 e 8.583 punti e tra 8.647 e 8.654 punti. Ieri, nel dettaglio, dopo un avvio a 9.024 e un top a 9.037, il derivato è tornato fino a 8.929 punti chiudendo a 8.942 punti. La violazione di 9.000 ha così fatto scattare gli short e portato a superare il quarto obiettivo a 8.935 punti. Intanto lo Stocastico crossa la sua trigger e si avvicina alla zona di ipervenduto, mentre la media mobile a 21 passa ora a 9.019 punti e lavora ora da resistenza.

Dal punto di vista operativo il recupero di 9.000 (target intermedi a 8.950, 8.970 e 8.985) sarebbe un segnale di pronto recupero e il derivato avrebbe spazio di recupero in direzione di 9.015, 9.030, 9.045, 9.065, 9.085, 9.100, 9.120, 9.135 e 9.150 punti; poi a 9.165, 9.180 e 9.200 punti. Per contro, con la violazione di 8.930, lo Smi avrebbe primi supporti a 8.915 e 8.900; quindi a 8.880,8.860, 8.845, 8.830, 8.815 e 8.800 punti.   M.M.

Swi20Sep17Daily

Share this post: