A-Shares cinesi negli indici MSCI, cosa cambia per la gestione passiva?

borsa cina
A cura di Morningstar Dopo il ripensamento dell’anno scorso, la decisione è stata ufficialmente presa: MSCI ha annunciato che includerà le A-Shares della Cina nel suo indice dei mercati emergenti. Un totale di 222 azioni di tipo A verrà aggiunto all’Indice MSCI Emerging Markets in due fasi, che inizieranno nel maggio 2018. A completamento dell’operazione, le A-Shares rappresentano circa...

Debito Emergenti, tre motivi per cui resta attraente

emerging markets
A cura di John Peta, Head of Emerging Market debt, Old Mutual Global Investors Il debito dei Mercati Emergenti denominati in dollari ha registrato un 2017 positivo finora, con l’indice JPM EMBI che ha segnato un ritorno del 7% e un rendimento che sta scendendo vicino ai livelli pre-voto USA. Sebbene tali guadagni potrebbero far diminuire l’attrattività dell’asset class per alcuni investitori,...

Azioni cinesi “A” nell’indice Msci Emerging Markets: le aspettative dei gestori

Bandiera-Cina
Da diversi anni è al vaglio la possibilità di includere le azioni cinesi di classe A all’interno dell’indice MSCI Emerging Markets. In passato, l’inclusione delle azioni di classe A era stata rimandata prevalentemente a causa dell’impatto che questo cambiamento avrebbe generato nell’immediato sugli strumenti passivi che replicano l’indice, in attesa che la Cina risolvesse alcuni ostacoli...

Inclusione delle A-shares cinesi nell’indice Msci, impatto per ora limitato

cina investimenti crescita economia
“Non abbiamo motivo per essere troppo eccitati da quest’ultima proposta. Con un’inclusione iniziale sotto il 5%, l’impatto sugli altri indici dovrebbe essere limitato, visto che le azioni di categoria A (A-shares) dovrebbero pesare solo per lo 0.1% dell’MSCI All Country World Index, lo 0.5% dell’MSCI Emerging Market e lo 0.6% dell’Asia (Giappone escluso)”. Questo il commento...

Mercati emergenti, la luce nel buio del reddito fisso

emerging markets
A cura della Strategy Unit di Pictet AM I mercati emergenti offrono agli investitori fixed income un buon potenziale di rendimento rettificato per il rischio in un ciclo di cinque anni. I prossimi anni non saranno una passeggiata per i titoli obbligazionari. Tuttavia vi sono segmenti meno frequentati dell’universo fixed income che offrono ancora prospettive allettanti, come le piazze emergenti....

Mercati emergenti: da sfatare le leggende sui mercati di frontiera

Frontier Markets
Di Carlos Hardenberg,  Managing Director di Templeton Emerging Markets Group Circolano varie leggende metropolitane sui mercati di frontiera (il sottogruppo meno sviluppato dell’universo dei mercati emergenti). Riteniamo che queste leggende possano aver indotto gli investitori a trascurare tali mercati a favore delle alternative costituite dai mercati sviluppati od emergenti tradizionali. Crediamo...

Si allargano gli spread sui corporate brasiliani

brasile
A cura di Sailesh Lad, gestore della strategia AXA IM Emerging Markets Short Duration Bonds, di AXA Investment Managers – Le voci secondo cui il Presidente Temer avrebbe messo a tacere un politico coinvolto nello scandalo “Lava Jato” hanno incrementato il rischio di impeachment. – Una nuova amministrazione o un lungo processo di incriminazione metterebbero a repentaglio le riforme...

Cina, il rating giusto da guardare è quello delle banche

cina
A cura di Carl Wong, senior portfolio manager, RAM Asia Bond Total Return Fund, RAM AI Di recente, l’agenzia Moody’s ha tagliato il rating della Cina: a nostro avviso, si tratta di un downgrade singolare, sia dal punto di vista dell’orientamento che delle tempistiche. Abbiamo assistito a un processo di riduzione della leva finanziaria da parte del Governo cinese sin dall’ottobre 2016 e di conseguenza,...

Debito Mercati Emergenti: i toni più morbidi calmano il mercato

emerging markets
A cura di Ubs Am I mercati emergenti hanno registrato ottimi rendimenti Un’ulteriore ripresa dell’attività economica globale, il moderato irrigidimento monetario in un contesto in cui le condizioni finanziarie sono estremamente allentate, nonché la retorica più morbida da parte della nuova amministrazione USA in merito alle politiche commerciali, sono tutti fattori che hanno sostenuto i prezzi...

Asia, Trump non fa più paura

Asia
A cura di Christopher Chu, Fund Manager Asian equities di Ubp L’ottimismo del marcato relativamente alle aspettative di tagli alle tasse, di spesa per infrastrutture e di una semplificazione da parte di Trump potrebbe essere messo sotto pressione se le lotte intestine al partito repubblicano e quelle con l’opposizione persisteranno. L’azionario globale ha visto un rally dopo l’elezione di Trump...

Vento in poppa per i mercati emergenti: la view di AllianceBernstein

emerging markets
A cura di Morgan Harting, gestore dell’AB Emerging Markets Multi Asset Portfolio, e Karen Watkin, Multi Asset Portfolio Manager, di AllianceBernstein L’economia globale va tonificandosi, ma sembra che i veri body builder siano i Paesi emergenti. In aggregato, queste economie sono attese segnare un +4,1% nel 2017, il doppio rispetto ai mercati sviluppati, che dovrebbero crescere poco sopra il 2%,...

Emergenti, un pieno di profitti nel 2017

emerging markets
A cura di Wojciech Stanislawski, Gestore del Comgest Growth Emerging Markets Anche il mese di aprile ha riservato discreti rendimenti agli investitori nei mercati emergenti, che chiudono in rialzo dello 0,4% in euro. Il contesto globale è rimasto favorevole a questi mercati, che hanno beneficiato di continui afflussi fino a raggiungere, dall’inizio dell’anno, quota 18 miliardi di dollari...

La Russia esce dalla recessione ma i vincoli strutturali rischiano di limitare la crescita

Russia, Mosca
A cura di Coface Dopo due anni consecutivi di contrazione dell’attività (-2,8% nel 2015 e -0,2% nel 2016), le previsioni di crescita 2017 per l’economia russa sono nuovamente positive, benché deboli (1%, secondo Coface). La vulnerabilità della crescita a medio termine deriva dalla forte dipendenza dagli idrocarburi: malgrado la recente ripresa dei prezzi del petrolio, la Russia non può contare...

Il downgrade della Cina non spaventa i mercati, la crescita resterà solida

Bandiera-Cina
A cura di Leo Hu, Portfolio Manager EMD Hard Currency nel team EMD di NN IP Settimana scorsa Moody’s ha tagliato il rating del debito cinese di lungo periodo, dopo aver rivisto al ribasso l’outlook per il paese da stabile a negativo a marzo. Di per sé, il downgrade non è stato uno sviluppo improvviso. Questo taglio porta il rating cinese da AA3 ad A1 e l’outlook è stato riportato a stabile....

Mercati Emergenti, in rialzo per il quarto mese consecutivo

Russia, Mosca
a cura di Raiffeisen Capital Management In ciascuno dei primi quattro mesi dell’anno gli asset dei paesi emergenti hanno registrato un guadagno: azioni, valute e obbligazioni, sia in valuta forte che in valuta locale. Un fenomeno che non si vedeva dal 2002! I mercati azionari dei paesi emergenti nel loro complesso continuano a mostrare una crescita quasi doppia rispetto ai mercati azionari delle...