Il “Portafoglio PPP” sfiora +25% da inizio anno

Hai domande o commenti? Scrivi a info@finanzaoperativa.com

portafoglio italia

Appesantito dallo stacco dividendi, il Ftse Mib è scivolato sotto area 21.000 punti: l’indice delle blue chip italiane guadagna così il 9,65% da inizio anno. Molto meglio, in parte grazie ai dividendi, si stanno comportando i nostri portafogli costruiti con le metodologie di Michael O’Higgins. Il migliore resta il Portafoglio PPP costituito da un solo titolo, che quest’anno è Banco Bpm: il nuovo gruppo, nato dall’aggregazione di Banco Popolare e Bpm, da inizio anno, segna un +24,87 per cento. A seguire il paniere dei “5 dogs” con un +13,56% e quello dei “10 dogs”, +11,93 per cento. FinecoBank è il miglior titolo del portafoglio con un +32,09%, seguito da Banco Bpm e da Azimut (+20,87%). Qui tutti i risultati.

I 10 titoli del Portafoglio Italia 2017 – in ordine crescente di prezzo – sono: Unipolsai, Banco Bpm, Intesa Sanpaolo, Unipol, Snam, FinecoBank, Poste Italiane, Generali, Eni e Azimut. Dopo diversi anni, quindi, per la prima volta il Portafoglio è decisamente sbilanciato sul comparto finanziario (banche, assicurazioni e asset management).

Share this post: