Immobiliare Usa, scendono i prezzi degli immobili e aumentano le compravendite

Hai domande o commenti? Scrivi a info@finanzaoperativa.com

immobiliare

a cura di Remax

Negli Stati Uniti, l’elevato numero di vendite di agosto ha prolungato un’estate caratterizzata da una forte domanda e da una scarsa offerta. Inoltre, insieme ai trend di questo periodo dell’anno, nei prossimi mesi un focus particolare ci sarà sui quei mercati delle zone colpite da incendi e dagli uragani Harvey e Irma.

Il National Housing Report di RE/MAX mostra un aumento delle vendite in Agosto del 2,8% rispetto a luglio, ma evidenzia anche una riduzione dello 0,84% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso. Agosto 2016 rimane infatti il miglior agosto nei nove anni di storia dell’Housing Report. Houston, che è stata colpita dall’uragano Harvey il 25 agosto, ha già registrato un calo del 21,3% nelle vendite dal mese di luglio e del 27,5% rispetto all’anno scorso.

L’offerta nei 54 mercati analizzati è diminuita del 3,9% rispetto a luglio e del 13,7% rispetto allo scorso anno, portando i giorni sul mercato a 47; questa è la media più bassa registrata in agosto. L’offerta mensile si è posizionata al 3.1 registrando così un record.

“In generale, stiamo assistendo ad un aumento di prezzi di vendita su base annua poco al di sopra delle medie storiche – anche se con una leggera diminuzione di prezzi registrata nel mese di agosto, caratteristica di questo mese” dice Adam Contos, Co-CEO di RE/MAX ”i dati mostrano come i “ricercatori” di casa continuino a soffrire della limitata offerta e della elevata concorrenza. I venditori, invece, stanno traendo benefici dalle vendite “veloci” e a prezzi di vendita elevati.”

Dopo aver toccato $239.950 di luglio, il prezzo mediano di vendita è diminuito a $236.475 in agosto, comunque il 5,4% in più rispetto all’anno scorso.

Share this post: