Minibond: trend emissioni in costante crescita

Hai domande o commenti? Scrivi a info@finanzaoperativa.com

minibond

Nel corso dell’ultimo anno, soprattutto, il numero delle PMI che hanno scelto il minibond come forma di finanziamento, è in costante crescita. In progressiva riduzione il tasso di interesse applicato e il taglio medio delle singole emissioni, in linea alle necessità specifiche delle piccole e medie aziende italiane virtuose. Da quando a fine 2012, il legislatore italiano è intervenuto per favorire l’emissione di strumenti di debito (Mini-Bond, cambiali finanziarie, obbligazioni partecipative) da parte delle Piccole e Medie Imprese (PMI), eliminando fra gli altri vincoli fiscali che ostacolavano l’emissione di capitale di debito da parte di società non quotate in Borsa, molte cose sono cambiate per le piccole aziende italiane.

Visto il fervido interesse attorno ai nuovi strumenti di debito, ad ottobre 2014, ormai un anno fa, nasceva MinibondItaly.it, il portale italiano interamente dedicato ai minibond ideato e sviluppato da Business Support, la boutique milanese di management consulting & financial advisory. Nel corso dell’anno, i dati raccolti non hanno fatto altro che sottolineare il successo dell’operazione e la crescente attenzione al riguardo con oltre 10.000 visite al portale, una sessione media superiore ai 3 minuti e una media di tre pagine visualizzate per utente. La sezione “Approfondimenti” pare particolarmente apprezzata dagli utenti che arrivano praticamente da tutto il mondo (100 paesi rappresentati per accessi, con prevalenza di Stati Uniti, Inghilterra, Francia, Cina, Germania, Russia, Giappone e Svizzera)

In più ogni operazione è stata riportata e tracciata dettagliatamente grazie al Barometro Minibond: Market Trends, il documento ufficiale che da marzo 2015 è redatto insieme ad Epic SIM, la prima piattaforma digitale che mette in contatto il capitale privato e le PMI in modo diretto, e offre un quadro completo dell’evoluzione del mercato dei minibond in Italia, monitorando i trend e i cambiamenti nel breve e nel lungo periodo.

Come ormai consuetudine, vi presentiamo la versione aggiornata del Barometro con i dati delle emissioni degli ultimi tre mesi:

Raggiunto il numero di 134 emissioni sul mercato ExtraMOT Pro per un controvalore di poco superiore a €5,2 Mld
Continua il trend che vede aumentare le emissioni di taglio inferiore a €50 M: 19 su 20 emissioni del terzo trimestre appartengono a questa fascia
In riferimento alle emissioni di taglio inferiore a €50M nell’ultimo trimestre si è osservato un calo del taglio medio, che resta comunque mediamente inferiore a €10 M. Sono in lieve riduzione maturity e tasso di interesse, in linea con il secondo trimestre del 2015
Forte incremento del settore Industrial grazie principalmente all’emissione di Industrial Spa (Industrial)
Permane una spiccata concentrazione delle emissioni nelle regioni del Nord Italia

L’identikit aggiornato del minibond sotto €50 M è il seguente:

Taglio medio €9,4 M
Scadenza media: 5,5 anni
Struttura del rimborso: 49% bullet (tutto a scadenza) / 51% con piano di ammortamento
Cedola media annua: 5,65%
Fatturato medio emittente: €96,4 M

Si evince dunque che il mercato finanziario italiano è rimasto attivo anche durante l’estate e si prevede che l’autunno sarà altrettanto “caldo”.

Per chi volesse approfondire, il nostro report completo è scaricabile su www.minibonditaly.it e su www.epic.it

Il Barometro Minibond Market Trends è realizzato da MinibonItaly.it, portale italiano dei minibond (sviluppato e gestito dalla boutique di consulenza strategica e advisory finanziaria Business Support S.p.A.) e da Epic SIM, la prima piattaforma digitale che mette in contatto il capitale privato e le PMI in modo diretto. Un documento che analizza – con aggiornamenti trimestrali – le principali caratteristiche delle emissioni di taglio inferiore a €50 M (taglio, scadenza, tasso di interesse, modalità di rimborso…) e fornisce un “identikit del Minibond” (caratteristiche medie sul totale delle emissioni).

Share this post: