Aim Italia, settore “green & sustainable”: ricavi +16% nel 2019

borsa italiana

IR Top Consulting, boutique finanziaria leader in Italia nella consulenza direzionale per Capital Markets, presenta le evidenze dell’analisi condotta dall’Osservatorio AIM, che ha selezionato un campione di società Green & Sustainable quotate su AIM Italia, analizzando i risultati economico-finanziari al 31 dicembre 2019, i trend di crescita, le performance di mercato nei primi mesi del 2019 e dopo l’emergenza Covid-19 (dal 12 marzo 2020).

“Il trend dei principali indici mondiali «Green e Sustainable» è positivo e in recupero, +23% in media dopo circa 3 mesi dal maggiore ribasso registrato in Europa a causa dell’emergenza sanitaria Covid-19 – ha affermato Anna Lambiase, fondatore e CEO, IR Top Consulting -le società AIM che integrano i criteri ESG si sono rivelate a prova di pandemia: l’evidenza emerge dal trend di mercato, in media a +14% dal minimo di marzo 2020. A livello internazionale le società con migliori performance extra-finanziarie stanno riscontrato una crescita dei prezzi azionari maggiore, con domanda trainata grazie all’integrazione dei temi ESG nelle decisioni di investimento dei fondi globali. L’Osservatorio AIM ha analizzato e studiato il fenomeno «Green & Sustainable» sul mercato azionario delle PMI individuando 37 società AIM che nel panel rappresentano il 42% della capitalizzazione complessiva del mercato, con fondamentali in crescita a +16% a livello di ricavi e +6% per EBITDA in media rispetto all’esercizio 2018”.

Secondo l’Osservatorio AIM, le società “Green & Sustainable” quotate su AIM Italia sono 37, pari al 29% del mercato azionario delle PMI, e registrano una capitalizzazione di 2,5 miliardi di euro, pari al 42% del totale. La capitalizzazione media del panel “Green & Sustainable” si attesta a 67 milioni di euro ed è superiore rispetto alla media del mercato AIM (46 milioni di euro, 34 al netto delle SPAC e delle business Combination).

I capitali raccolti dalle società in IPO sono pari a 684 milioni di euro. 16 società si sono quotate nel biennio 2018-2019.La raccolta media in IPO è pari a 18,5 milioni di euro; escludendo la raccolta derivante da SPAC e Business Combination è pari a 7,3 milioni di euro, in linea con il valore delle 127 società di AIM Italia (7,6 milioni di euro).

Andamento Indici «Green e Sustainable» globali vs COVID-19

I risultati economico finanziari al 31 dicembre 2019 del panel “Green&Sustainable” mostrano un andamento positivo, più evidente a livello di ricavi rispetto alla marginalità. In media, la crescita dei ricavi si è attestata al +16%; in termini di EBITDA le società “Green&Sustainable” hanno registrato un incremento medio del 6,4%, con EBITDA margin pari in media all’11,5%, in crescita rispetto al dato medio del 2018 (9,7%).

Le società Green & Sustainable” evidenziano in media nel 2019:

  • Ricavi pari a 65,8 milioni di euro;
  • EBITDA pari 8,2 milioni di euro;
  • EBITDA margin che si attesta al 11,5%;
  • 67 milioni di euro in termini di capitalizzazione media;
  • 7,3 milioni di euro in termini di raccolta da IPO;
  • Flottante di mercato pari al 28%.

Focalizzando l’analisi sul sottosettore delle società AIM “Green”, emerge che i ricavi del comparto sono pari, in media, a 29,6 milioni di euro, in crescita del +16,1% rispetto al 2018; l’EBITDA medio è pari a 4,3 milioni di euro (+8,7% in media rispetto al 2018), con un EBITDA margin che si attesta al 9,4% (3,9% nel 2018).

Le società AIM “Sustainable” evidenziano, in media, dimensioni maggiori rispetto alle società del comparto Green, con ricavi pari a 100,1 milioni di euro, in crescita del +16,2% rispetto al 2018; l’EBITDA medio è pari a 11,8 milioni di euro (+4,6% in media rispetto al 2018), con un EBITDA margin che si attesta al 13,4% (15,1% nel 2018).

Le 37 società del panel “Green & Sustainable” registrano una performance a un anno pari in media al +14%, sovraperformando in maniera significativa il dato medio aggregato delle società quotate su AIM Italia (-4%).

L’emergenza COVID-19 ha avuto un impatto significativo sull’andamento dei mercati determinando, in una fase iniziale, un clima caratterizzato da forte incertezza e alta volatilità. Nonostante questo, le società appartenenti al panel “Green & Sustainable” hanno registrato ad oggi delle performance positive (rispetto al 12 marzo 2020), par al +23% sovraperformando l’indice AIM (+14%).

In particolare, il panel “Green” riporta una performance del +38%, mentre il gruppo “Sustainable” raggiunge nel periodo osservato un +10%.

Il controvalore medio delle società “Green & Sustainable” dal 2 gennaio 2020 al 1 giugno 2020 (CMG YTD) è pari a 85 mila Euro, superiore rispetto al controvalore medio giornaliero di AIM Italia scambiato nel periodo di riferimento (79 mila Euro

Durante l’evento in diretta streaming IRTOP #SMARTInvestorDay “GREEN AIM” dedicato a investitori, giornalisti e comunità finanziaria, Anna Lambiase, Ceo e Founder di IR Top Consulting ha introdotto il panel dei relatori con un’overview sulle tematiche ESG e “Green & Sustainable” su AIM.

Al meeting online hanno partecipato gli Amministratori Delegati di 6 società Tech: RENERGETICA – Davide Sommariva, ELETTRA INVESTIMENTI – Fabio Massimo Bombacci, KOLINPHARMA – Rita Paola Petrelli, MONNALISA – Christian Simoni, ENERGICA MOTOR COMPANY – Livia Cevolini, FOPE, Diego Nardin quali hanno presentato i risultati FY2019 e l’evoluzione strategica del proprio business model.

In particolare, le 6 società presenti allo #SMARTInvestorDay “GREEN AIM” registrano nel 2019 ricavi pari in media a 27 milioni di euro, in crescita del +21% rispetto al 2018; l’EBITDA è pari a 3 milioni di euro, l’Ebitda Margin è pari al 21%.

SOCIETÁ  Ricavi 2019 Var. %

a/a

EBITDA 2019 EBITDA

margin 2019

Market Cap

Eu m

Elettra Investimenti 56,6 2,8% 7,3 12,9% 28,4
Energica MC 3,2 46,8% -4,7 n.s. 35,9
FOPE 35,0 11,9% 6,8 19,4% 38,1
KOLINPHARMA 8,9 24,4% 2,3 25,6% 14,9
Monnalisa 47,9 -2,4% 0,3 0,5% 15,0
Renergetica 9,4 41,0% 4,2 44,3% 31,0
MEDIA 26,8 20,7% 2,7 21% 27,2

Presentano una capitalizzazione complessiva pari a 163 milioni di euro (27 in media) e una raccolta da IPO pari a 36 milioni di euro (6,0 in media).

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*