Antares Vision chiude il 2019 in forte crescita e prepara il passaggio all’Mta

Il Consiglio di Amministrazione di Antares Vision ha approvato il bilancio consolidato redatto secondo i principi contabili internazionali Ifrs e il progetto di bilancio di esercizio al 31 dicembre 2019, redatto secondo i principi contabili italiani.

Questi i principali risultati consolidati pro-forma:
• valore della Produzione: 149,5 milioni di euro, +28,7% (2018: 116,1 milioni di euro)
• Ebitda: 36,0 milioni di euro, +22,7% (2018: 29,3 milioni di euro)
• Ebit: 33,6 milioni di euro, +17,7% (2018: 28,6 milioni di euro)
• Utile Netto: 25,3 milioni di euro, +27,9% (2018: 19,7 milioni di euro)
• PFN: positiva per 14,7 milioni di euro (2018: positiva per 30,3 milioni di euro)

“Il 2019 ha rappresentato per il nostro Gruppo un anno di svolta, con la quotazione sul mercato Aim Italia attraverso la Business Combination con la Spac Alp.I, operazione che ha consentito di apportare risorse per 50 milioni di euro destinate al rafforzamento del percorso di crescita e di sviluppo industriale. L’esercizio ha visto la prosecuzione dell’impegno di Antares Vision nello sviluppo del core business della fornitura delle soluzioni di Inspection, Track & Trace e Smart Data Management per il settore farmaceutico e tutti i settori più esigenti”, spiega Emidio Zorzella, Presidente e Amministratore Delegato. “Abbiamo inoltre consolidato la nostra presenza internazionale con la costituzione di nuove filiali, mentre il piano di investimenti volto alla diversificazione del business è proseguito con partecipazioni strategiche ed è ormai concretamente avviata un’espansione dei sistemi Antares Vision anche nel settore food & beverage. A settembre 2019 abbiamo acquisito il 100% di FT System, tra i leader mondiali nei sistemi di ispezione dedicati al settore del beverage e del food, che vanta tra gli oltre 2mila clienti le maggiori multinazionali del settore, mentre a dicembre abbiamo acquisito il 37,5% di Orobix, operazione che ci consentirà di rafforzare il posizionamento nella gestione intelligente dei dati e di potenziare le attività di R&D e dell’Innovation Center”.

Prosegue Zorzella: “Alla luce del contesto internazionale generato dall’emergenza sanitaria da Covid-19, Antares Vision ritiene quanto mai più che attuale ed urgente la necessità di assicurare la Trustparency delle filiere produttive nel mondo, incrementando l’utilizzo della tecnologia per garantire la diffusione di prodotti più sicuri, tracciabili e certificati per l’origine. Nel corso del 2020, approfittando del rallentamento delle attività conseguenti all’impatto globale del Covid-19, Antares Vision intensificherà i propri sforzi nel completamento di nuove acquisizioni strategiche e nell’accelerazione dello sviluppo di nuove soluzioni tecnologiche (prima fra tutte la piattaforma di tracciabilità per il settore Agro-Alimentare, mutuata dall’esperienza in ambito farmaceutico, anche oggetto di finanziamento da parte del Mise, in modo da renderla già fruibile a partire dal 2021 per progetti pilota a supporto del Made in Italy). Antares Vision intensificherà anche il rafforzamento della propria struttura organizzativa, tramite l’implementazione di piani di sviluppo di crescita professionale e manageriale dedicati a tutta la forza lavoro (collaboratori, quadri e dirigenti) e l’analisi di tutti i processi per l’efficientamento dei tempi e dei costi. Dopo il passaggio agli Ifrs, Antares Vision avvia il percorso di adeguamento dei propri processi aziendali per essere pronta al passaggio al mercato principale”.

Avvio delle attività per passaggio al mercato Mta, segmento Star

In continuità con il progetto intrapreso in occasione della fusione con Alptà sul Mercato Telematico Azionario, eventualmente Segmento Star. Il trasferimento al mercato principale garantirebbe alla Società una maggiore visibilità finanziaria (sia presso partner strategici, sia presso gli investitori istituzionali) in linea con le aspirazioni di Antares Vision, nonché una migliore valorizzazione del titolo, grazie all’ingresso in un mercato regolamentato, al conseguente maggior flottante e quindi maggiore liquidità rispetto all’Aim Italia.

Al fine del passaggio all’Mta – ricorrendone i presupposti anche di mercato – il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di avviare le attività preparatorie al percorso di quotazione e conseguentemente di procedere alla nomina dello sponsor e alla individuazione degli advisor che supporteranno la società nel corso del processo.

Piano di stock option riservato ad amministratori esecutivi e dipendenti

Il Consiglio di Amministrazione della società ha deliberato l’approvazione delle linee guida di un piano di incentivazione azionaria denominato “Piano di Stock Option 2020-2022”, da attuarsi mediante assegnazione gratuita di massime un milione di opzioni per la sottoscrizione e/o assegnazione a pagamento di azioni ordinarie della società agli amministratori esecutivi e a dipendenti chiave. Il piano ha l’obiettivo di fissare un rapporto dei compensi coerente con le best practice domestiche e internazionali, aumentando il già significativo livello di retention aziendale per le risorse ritenute chiave dalla società, tramite la programmazione di obiettivi di medio-lungo periodo finalizzati al miglioramento delle performance della società e del gruppo nel segno di una progressiva e sempre maggiore creazione di valore, suscettibile di tradursi in un beneficio diretto in capo agli azionisti.

Il Cda ha altresì deliberato di sottoporre all’Assemblea la proposta di attribuire allo stesso, per il periodo di cinque anni dalla data della delibera assembleare, la facoltà di aumentare il capitale sociale per un importo massimo di 2.400 euro nominali (oltre al sovrapprezzo azioni), mediante emissione, anche in più tranche, di massime un milione di azioni ordinarie. Tale aumento di capitale e le relative azioni saranno destinati esclusivamente al servizio del piano di stock option.

Proposta di autorizzazione all’acquisto e alla disposizione di azioni proprie

Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di sottoporre all’Assemblea la proposta di autorizzazione all’acquisto di azioni ordinarie della società, in una o più volte, in misura liberamente determinabile dallo stesso Cda sino a un numero massimo tale da non eccedere il 2% del capitale sociale. La proposta prevede che l’acquisto potrà essere effettuato, con le gradualità ritenute opportune e comunque entro 18 mesi dalla data della deliberazione assembleare, a un corrispettivo unitario non inferiore nel minimo del 10% e non superiore nel massimo del 10% rispetto al prezzo di riferimento che il titolo avrà registrato nella seduta di mercato del giorno precedente ogni singola operazione.

Nell’effettuazione delle operazioni di acquisto verranno osservate le modalità stabilite dalla normativa pro-tempore vigente e dalle prassi di mercato ammesse. Gli acquisti di azioni proprie dovranno essere in ogni caso effettuati in modo da assicurare la parità di trattamento tra gli azionisti.

La richiesta di autorizzazione concerne altresì la disposizione delle azioni proprie, che potranno essere assegnate ad amministratori e/o dipendenti della società o di società del gruppo a servizio di piani di incentivazione basati su azioni Antares Vision, ivi incluso il piano di stock option. Ad oggi la società non detiene azioni proprie.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*