Asia e tecnologia rimangono i trend globali: i titoli in evidenza in Giappone

A cura di Chantana Ward, Gestore del fondo Comgest Growth Japan di Comgest

Il Giappone sta gradualmente allentando le misure di emergenza che sono state più blande rispetto a quelle imposte all’inizio da altri Paesi e di fatto il conseguente rallentamento è stato più contenuto. L’indice Topix ha ridotto il divario rispetto all’indice S&P 500 in dollari, il che può essere un riflesso di questo contesto.

In qualità di maggiore società di infrastrutture cashless del Giappone, Gmo Payment Gateway – che ha appena registrato una crescita del 21% dell’utile operativo nel trimestre gennaio-marzo rispetto all’anno precedente – ha beneficiato del fatto che la gente è stata costretta in casa. MonotaRO, la cui crescita dei ricavi di aprile è continuata a rimanere su alti livelli, testimonia la disintermediazione dei grossisti di hardware. La società di piattaforme mediche M3 ha registrato una crescita del fatturato del 18% nel primo trimestre 2020, poiché la comunicazione online per i professionisti del settore medico è passata dall’essere semplicemente efficiente ad essere indispensabile. Daifuku, che ha registrato un record di portafogli ordini per le attrezzature logistiche, sta beneficiando della crescita dell’ecommerce. Kobe Bussan, che ha appena alzato la guidance e ha riportato un aumento del 31% delle vendite same-store durante il mese di aprile, ha rafforzato la catena di fornitura e il vantaggio dell’originalità della proposta rispetto ai rivenditori di generi alimentari tradizionali. In aprile, Workman ha visto una crescita delle vendite same-store del 5%, poiché la sua innovativa linea di abbigliamento ha conquistato i clienti nonostante le persone fossero costrette a restare in casa. Nitori ha appena riportato un aumento dello 0,6% delle vendite same-store, nonostante la chiusura di 99 dei suoi 549 punti vendita e la diminuzione dei giorni festivi della Settimana d’Oro del Giappone, sempre grazie a prodotti creativi, soprattutto per le esigenze legate all’home office.

La maggior parte delle società in cui investiamo ha pubblicato gli utili il mese scorso e continuiamo a interagire con esse per studiare le loro future prospettive. Oltre ai beneficiari del “Changing Japan” già citati, l’Asia e la tecnologia sono stati entrambi temi forti. Daikin, Pigeon, Kose e altri hanno accennato alla forte ripresa della domanda cinese di condizionatori d’aria industriali, prodotti per l’infanzia e cosmetici. Disco ha riportato una crescita del 24% nelle spedizioni di wafer di semiconduttori, Hoya ha riportato ricavi record per la litografia dei semiconduttori e i materiali per l’archiviazione dei dati, e Murata ha battuto la guidance sulla domanda di 5G.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*