BFC Education – BlueAcademy. Puntata 23. Capitali per crescere

Venerdì 8 maggio 2020, andrà in onda alle ore 22.00 su BFCcanale 511 di Sky e 61 Tivùsat, una nuova puntata del format televisivo BFC Education – BlueAcademy, format legato alle iniziative formative di BlueAcademy, scuola di formazione del gruppo BFCmedia.

Ospite della puntata è Mario BasilicoSenior Manager di Migliora Independent Advisor, esperto nell’ambito di operazioni di M&A e nella valutazione d’azienda, finanza aziendale, pianificazione societaria e fiscale, ristrutturazione aziendale e analisi delle performance.

Il titolo della puntata prende il nome dal titolo del libro Capitali per Crescere, La Finanza complementare al servizio delle PMI, in uscita a maggio, della serie BFC Books in collaborazione con Forbes, pubblicato da BFC Media.

Il libro, scritto dallo stesso Mario Basilico, con il contributo di prestigiosi professionisti, offre un quadro completo dell’ecosistema della finanza complementare e una spiegazione dettagliata e professionale degli strumenti a disposizione delle aziende per progettare una strategia di crescita a lungo termine e creare una relazione virtuosa e duratura tra finanza e impresa.

Le piccole e medie imprese italiane sono strutturalmente e da sempre sotto-capitalizzate e dipendenti dal finanziamento bancario o parabancario; in tempi recenti però, in presenza di situazione di crisi di liquidità o di situazioni anomale come l’attuale, molte società guardano con interesse a forme alternative di finanziamento.

Nella puntata, Mario Basilico, dopo aver inquadrato il contesto attuale, introduce il tema della finanza complementare, da non intendersi come finanza alternativa al credito bancario in senso stretto, che è e resta una forma tecnica necessaria per ogni impresa ma finanza “a complemento” di quest’ultima, che consente il ricorso all’equity (ovvero al capitale destinato ai mezzi propri di un’impresa) o al debito a medio/lungo termine, ovvero a nuove forme tecniche.

Le imprese spesso sottovalutano l’importanza della finanza per il loro sostegno ed il loro sviluppo, mentre devono essere consapevoli che la ricerca di fonti di finanziamento complementari al canale bancario è vitale in una logica di crescita. Il momentum è ottimale in quanto gli investitori sono alla ricerca di un ritorno che non trovano più nei mercati tradizionali e le imprese non devono far altro che sapersi presentare e proporsi loro nel modo adeguato.

La combinazione di equity, debito strutturato e finanza bancaria tradizionale – che dovrà necessariamente operare con nuove e più consistenti forme di garanzia statale –  sono il fattore vincente per il sostegno e lo sviluppo delle nostre imprese.

Si parlerà delle tipologie di investitori di interesse per le PMI, tra cui business angels, venture capital, private equity, e degli strumenti della finanza complementare, come Minibond, PIR, direct lending e invoice trading.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*