BlackRock: quattro temi per la costruzione dei portafogli in una fase straordinaria

Considerando che gli investitori si trovano ad affrontare situazioni inesplorate a seguito dell’epidemia di coronavirus, le valutazioni di mercato e i cambiamenti nelle ipotesi macroeconomiche a medio termine indicano che quanto ha funzionato in passato potrebbe non funzionare in futuro. BlackRock evidenzia quattro temi utili agli investitori nella gestione futura dei portafogli.

Non perdere di vista l’asset allocation strategica

Nonostante i significativi movimenti di capitali delle ultime settimane, BlackRock osserva che per la maggior parte si è trattato di regolazioni tattiche. Alcuni clienti stanno identificando disallineamenti del mercato e opportunità di valore oppure stanno riequilibrando i portafogli per affrontare gli scostamenti dai parametri di riferimento definiti ante epidemia, mentre altri stanno utilizzando il nuovo contesto per adeguare l’asset allocation strategica (Saa) – ovvero l’ampia varietà di asset class che l’investitore deterrà a lungo termine -, mettendo in discussione le pratiche fondamentali della gestione di portafoglio.

Jean Boivin, Head del BlackRock Investment Institute, commenta: “È giunto il momento di ripensare l’allocazione strategica degli asset. I clienti e i nostri investitori multi-asset sottolineano la necessità di riconsiderare il ruolo delle strategie di diversificazione di portafoglio, tra reddito fisso, strategie Esg (ambientali, sociali e di governance) in un mondo che sembra molto diverso da un mese fa.”

Ad esempio, sulla base di scenari potenziali e di specifiche ipotesi sui mercati dei capitali, il team di BlackRock ritiene che per gli investitori con orizzonte a lungo termine stia emergendo un’opportunità per incrementare l’esposizione in attività rischiose nell’ambito della loro asset allocation strategica, alla luce del significativo repricing. L’analisi evidenzia inoltre la necessità di diversificare oltre i titoli di Stato dei mercati sviluppati, che difficilmente avranno la stessa protezione al ribasso in caso di ulteriori cali del mercato. I titoli di Stato cinesi, ad esempio, potrebbero essere considerati come elemento di una più ampia gamma di opportunità utili alla costruzione di portafogli resilienti.

Sostenibilità, da un utilizzo tattico alla trasformazione del portafoglio

Gli investimenti sostenibili si sono confermati una tendenza duratura e gli investitori, che stanno ribilanciando i portafogli dopo il selloff delle attività a rischio, potrebbero prendere in considerazione il ricorso a strategie sostenibili. BlackRock considera il ribilanciamento del portafoglio come un’opportunità per sostituire alcuni asset tradizionali con quelli sostenibili e ritiene che l’orientamento alla sostenibilità migliora il potenziale rendimento dei portafogli a lungo termine progettati ad oggi.

Inoltre, l’analisi di BlackRock su oltre 750 portafogli di grandi istituzioni indica che quelli con punteggi Esg “superiori alla media” hanno mostrato inclinazioni maggiori verso stili fattoriali, come ad esempio il “quality”. Queste esposizioni fattoriali più difensive possono offrire una migliore esperienza per gli investitori in periodi di instabilità, aggiungendo resilienza al portafoglio.

Ursula Marchioni, Head of BlackRock Portfolio Analysis Solutions afferma: “Stiamo assistendo a un significativo cambiamento nell’investimento sostenibile in Europa, alimentato dalla revisione guidata dal mercato in termini di asset allocation strategica, combinata con una maggiore disponibilità di dati e tecnologia Esg. Con la progressiva modifica materiale delle allocazioni, gli investitori avranno l’opportunità di trasformare l’intero portafoglio, al di là dell’attuale adozione tattica e marginale dei prodotti”.

La flessibilità di portafoglio è fondamentale

Mantenere all’interno dei portafogli un’esposizione facilmente liquidabile si conferma importante, ma detenere ingenti allocazioni in liquidità può comportare deviazioni costose dall’asset allocation prevista, che potrebbe comportare la perdita di potenziali recuperi del mercato.

Sempre più investitori stanno cercando di negoziare exchange traded fund (Etf) per costruire le loro allocazioni liquide perché la granularità delle esposizioni all’interno dell’universo degli Etf offre agli investitori l’opportunità di replicare facilmente la loro asset allocation strategica, con il vantaggio di essere facilmente investiti in titoli facilmente liquidabili in caso di revisione dell’Saa. Infatti, anche in situazioni di stress, gli Etf hanno fornito un accesso efficiente al mercato.

La contrapposizione tra “attivo” e “passivo” è fuori moda, ora è tempo di rompere le vecchie abitudini, focalizzandosi sul mix

Nell’implementare le decisioni di asset allocation strategica, gli investitori spesso iniziano il processo domandandosi se preferire un’allocazione attiva o passiva in una determinata asset class. BlackRock insiste che si tratti di un approccio erroneo nell’ambito dell’ottimizzazione dei risultati di portafoglio: ogni decisione di investimento è attiva e gli investitori dovrebbero superare la contrapposizione tra “attivo e passivo”.

È tempo che gli investitori si concentrino sulla fusione di diverse fonti di rendimento utilizzando strategie diversificate, tra ricerca di alfa, fattoriali e indicizzazione. Non esiste una soluzione unica per tutti e gli investitori dovrebbero cercare varie fonti di rendimento efficienti dal punto di vista dei costi in base ai loro obiettivi e vincoli.

Pierre Sarrau, Chief Investment Officer, Multi-Asset Strategies di BlackRock, commenta: “Con l’evolversi della disponibilità di dati e tecnologie, si possono ottenere rendimenti sistematici a costi efficienti attraverso l’indicizzazione. Ciò sta trasformando lo spazio della generazione dell’alfa, consentendo una maggiore attenzione ai rendimenti idiosincratici, alla tempistica fattoriale e alle scelte di allocazione. Questa evoluzione andrà a beneficio di tutti gli investitori”.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*