Boeing, aereo caduto in Etiopia fa crollare titolo in Borsa

Aereo caduto, forte calo in Borsa per Boeing. calo peggiore dal 2001

Boeing nell’occhio del ciclone. Le azioni del più grande gruppo aerospaziale del mondo dopo il disastro aereo avvenuto ad Addis Abeba hanno subito una perdita a Wall Street di oltre il 12%, un calo che non si registrava dal 2001, all’indomani dell’attacco alle Twin Towers di New York, dove anche in quel caso era arrivato a perdere anche più del 10 per cento. Tale perdita adesso è stata sufficiente a costare da sola all’intero indice Dow Jones circa 200 punti.

Boeing crolla in Borsa dopo il disastro aereo in Etiopia. Secondo incidente in pochi mesi

Il 29 ottobre 2018 un altro Boeing 737 Max è stato coinvolto in un incidente in Indonesia: in quel caso le vittime accertate furono 189. In poco meno di 5 mesi uno dei modelli più importanti per il gruppo Usa e che genera un terzo del profitto operativo della società ha causato la morte di oltre 300 persone.

L’andamento di Boeing in Borsa era stato positivo per parecchie settimane, classificandosi come fattore trainante nel recupero dei mercati di questa prima finestra dell’anno: il titolo aveva guadagnato il 31% da inizio anno, aggiungendo 55 miliardi di capitalizzazione.

Boeing crolla in Borsa dopo il disastro aereo in Etiopia. Tre paesi non faranno volare il Boeing 737 Max

Almeno tre paesi, ovvero Cina, la utilizza già ben 96 737-MAX, Indonesia ed Etiopia hanno deciso di non far volare  per pracauzione il modello, una decisione considerata comunque straordinaria in quanto solitamente si aspettano le prime indicazioni dalle indagini ufficiali. Altre compagnie mondiali invece, dalla Norvegia al Medio Oriente e all’Asia, per ora hanno deciso di mantenere attivo il servizio pur monitorando la situazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*