Boeing manda in pensione il 747. Il titolo torna in downtrend

Addio al Jumbo Jet. Boeing ha annunciato che nel 2022 cesserà la produzione dell’ormai storico 747, che le diverse compagnie aeree stanno gradualmente ritirando dalle loro flotte.

Lanciato nel 1970, l’aereo del colosso Usa può trasportare oltre 600 passeggeri in determinate configurazioni, ma tale capacità e il consumo di carburante che ne deriva, lo ha reso meno redditizio per le compagnie colpite dalla crisi del trasporto aereo a causa della pandemia di Coronavirus.

L’ultimo modello, come riportato dal sito della Rsi, è decollato da Sydney solo pochi giorni fa dopo una cerimonia che ha segnato la fine di quasi cinque decenni di voli con i colori della compagnia di bandiera Qantas.

Il quadro tecnico di Boeing a Wall Street

Negli ultimi 12 mesi Boeing ha lasciato sul campo il 51%. Dal punto di vista tecnico il titolo ha beneficiato di un rimbalzo tecnico dal test del supporto statico di lungo termine in area 100 dollari a metà marzo. Ma dopo aver oltrepassato la soglia dei 200 dollari è tornato ora ad accusare un downtrend il cui primo target è individuabile a ridosso dei 155 dollari. La società non stacca poi dividendi.

Il trend di Boeing a Wall Street – grafico a cinque anni – Fonte: Bloomberg

 

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*