Bond, una pioggia di emissioni. I nuovi governativi e corporate sotto la lente

I mercati finanziari questa settimana hanno registrato un andamento positivo per la parte azionaria e sul comparto obbligazionario ci sono state ancora una pioggia d’emissioni che hanno visto un forte interesse degli investitori, con i book dei lead manager coperti anche dieci volte l’offerta.

I nuovi bond governativi sotto la lente

Per la parte governativa lo spread tra Btp e Bund sulla curva decennale è sceso in area 165 punti con il rendimento del benchmark decennale all’1.25%, sui minimi di periodo ed alla vigilia della grande offerta del Tesoro italiano, BTP Futura, che sarà emesso a partire dal 6 luglio e corrisponderà alla scadenza dei 10 anni un premio fedeltà a chi lo avrà tenuto in portafoglio per l’intera durata, oltre a 3 cedole step up nel corso della sua durata.I risparmiatori che acquisteranno il bond in fase di collocamento e lo terranno in portafoglio fino alla scadenza otterranno un premio fedeltà commisurato al tasso di crescita del pil nominale dell’Italia e che sarà pari a un minimo dell’1% del capitale investito e fino a un massimo del 3%. Il periodo di collocamento del Btp Futura inizierà lunedì 6 luglio e terminerà venerdì 10 luglio.

Tra gli altri Paesi, grande successo per i quattro miliardi del Portogallo (PTOTENOE0034) che sulla scadenza 15 anni ha emesso via sindacato un nuovo titolo con cedola del 0.9% e taglio retail, con prezzo d’emissione a 99.602 che corrisponde ad un rendimento a scadenza dello 0.928%. Il titolo ha ben performato salendo in grey market in area 101.50.

Offerte anche da Francia e Spagna, la prima con un incremento su oat già in circolazione, 2 milardi sullo 0.75% 2052 ed un miliardo su quello 1.75% con scadenza 2039. Da Madrid lo stesso con incremento di due miliardi sulla scadenza 2030 con cedola 1.25% e di un miliardo con cedola 0.8%. Nuovi titoli per l’Austria con scadenza 2030 a cedola flat (AT0000A2CQD2) e un altro più lungo con scadenza 2051 con cedola 0.75% (AT0000A2EJ08).

Il primo green bond della Germania arriverà a settembre e sarà un gemello del Bund a 10 anni, nel senso che avrà la stessa scadenza e la stessa cedola del decennale classico. Nel quarto trimestre, dovrebbe arrivare una seconda emissione, stavolta con molte probabilità sulla scadenza a cinque anni. In totale le emissioni sovrane verdi tedesche ammonterranno a 8-12 miliardi di euro.

Le nuove emissioni di bond corporate sotto i riflettori

Per la parte corporate, tante emissioni sul primario con alcune società del nostro paese tornate sul mercato.

Leonardo, azienda italiana attiva nei settori della difesa, dell’aerospazio e della sicurezza, ha collocato nuove obbligazioni per un ammontare di 500 milioni di euro, rivolte esclusivamente ad investitori istituzionali italiani e internazionali. Le condizioni del prestito obbligazionario (codice Isin XS2199716304) pevedono una durata di 5.5 anni, scadenza gennaio 2026, e cedola a tasso fisso del 2.70%. Il pezzo di emissione è pari a 98.933, rendimento 2.587%, pari a 290 punti base sul tasso midswap. Rating BBB- e lotto minimo 100euro con multipli di mille.

Un successo l’emissione obbligazionaria da un miliardo di euro da parte della società Inwit. Gli ordini sul bond hanno raggiunto i 4 miliardi, ed il rendimento è stato così abbassato da 260/270 punti sul tasso midswap a 220 punti base. Il bond (isin XS2200215213) paga una cedola annua lorda dell’1.875%, prezzo 99.809, pari a un rendimento di 1.909%. Rating BBB- e lotto minimo lotto minimo 100euro con multipli di mille.

Fiat Chrysler Automobiles ha emesso sul mercato nuove obbligazioni per complessivi 3,5 miliardi di euro. Nel dettaglio, sono stati emessi titoli: con scadenza luglio 2023 (Isin XS2178832379) e cedola 3,375% per 1,25 miliardi di euro; con scadenza gennaio 2026 (XS2178833773) e cedola 3,875% per 1,25 miliardi; con scadenza luglio 2028 (XS2199351375) e cedola 4,50% per 1 miliardo. Tutte le emissioni sono avvenute alla pari, cioè il prezzo di collocamento è stato di 100 per tutte e tre le tranche. L’obiettivo di questa operazione è stato chiaramente di allungare la durata delle scorte di liquidità, migliorando la struttura debitoria.

La compagnia automobilistica svedese Volvo è tornata sul mercato aumentando di 300 milioni di euro il suo vecchio bond Volvo 0% 11 febbraio 2023(Isin XS2115085230) portando la size totale del circolante a 650 milioni di euro. I nuovi bond (XS2198964178) sono stati emessi al prezzo di 97.528, equivalente a 135 punti base sul tasso midswap e un rendimento dello 0.964%. I titoli diventeranno fungibili con la vecchia emissione dopo 40 giorni. Rating A3/A- e lotto minimo lotto minimo 100euro con multipli di mille.

Boom di ordini anche per Bayer Aktiengesellschaft, una delle principali multinazionali farmaceutiche a livello europeo, che ha collocato un’emissione obbligazionaria senior in euro multitranche suddivisa in quattro tranchhe. E’ stato un grande successo perchè a fronte dei sei miliardi collocati, la domanda è risultata di 3.5 volte più alta, con rendimenti più bassi rispetto alle guidance iniziali. Nel dettaglio sono stati offerti: titoli con scadenza luglio 2024 e cedola 0.375% (Isin XS2199265617); con scadenza gennaio 2027 e cedola 0.75% (XS2199266003), con scadenza gennaio 2020 e e cedola 1.125% (XS2199266268); con scadenza gennaio 2030 e cedola 1.375% (XS2199266698). Le quattro tranche hanno spuntato rendimenti rispettivamente a +85, +115, +130 e +140 punti base sopra il tasso midswap di pari durata (rispetto ai +120, +140, +160, +180 punti nella fase iniziale). Le quattro tranche hanno un ammontare di 1.5 milairdi di euro ciascuna, rating BBB e lotto minimo 100mila euro con multipli di 100mila.

Fraport AG Frankfurt Airport Services Worldwide, principale operatore aeroportuale tedesco e un fornitore di servizi completi a livello globale nel settore aeroportuale, sta collocando un’emisisone obbligazionaria suddivisa in due tranche da 300 milioni di euro. La prima tranche (Isin XS2198798659) con scadenza luglio 2024 e rendimento in area 220 punti base sopra il tasso midswap, la seconda tranche (XS2198879145) con scadenza luglio 2027 e rendimento in area 260 punti base dopra il tasso di riferimento. Taglio minimo di negoizazione mille euro con multipli di mille.

Tra i finanziari da segnalare Hananover Re con un titolo subordinato 20.25NC10.25 Tier2 dell’ammontare di 500 milioni di euro. Prime indicazioni di rendimento in area 225 punti base sul tasso midswap di riferimento, abbassate a 200 punti base in fase finale grazie agli ordini che hanno raggiunto 1.5 miliardi di euro. Il titolo (Isin XS2198574209) paga una cedola annua fissa dell’1.75% fino all’8 ottobre 2030, data in cui l’emittente può richiamare il titolo, prezzo di emissione 99.271 e rendimento 1.829%. Rating A e lotto minimo 100mila euro con multipli di 100mila.

CaixaBank ha collocato un bond 6NC5 Covid social senior preferred da 1 miliardo di euro, i cui proventi sono destinati a finanziare la crisi post Covid. Il bond (Isin XS2200150766) paga una cedola annua lorda dello 0.75%, prezzo di emissione 99.585, pari a un rendimento dello 0.835%. Rating BBB e lotto minimo 100mila euro con multipli di 100mila.

Vonovia Finance (BBB+) ha in corso il collocamento di un’emissione obbligazionaria suddivisa in due tranche con scadenza luglio 2026 e luglio 2030 rispettivamente con un rendimento inziale di +145 punti e +165 punti base sul tasso midswap corrispondente.

Generali punta sul green con un’operazione che comprende il riacquisto di tre serie di titoli con prima data di rimborso anticipato stabilita nel 2022 per un importo nominale aggregato che corrisponda a quello di una nuova serie di titoli Tier 2 (anch’essi subordinati) di tipologia green. L’operazione, che rappresenta la seconda emissione sostenibile della compagnia si pone l’obiettivo di un importo nominale aggregato non superiore ai 600 milioni.I titoli subordinati Tier 2 in formato green scadranno nel 2031 e saranno riservati a investitori qualificati.

A cura di Carlo Aloisio, senior broker

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*