Quasi amici

A cura di Aqa Capital “È esattamente questo, quello che voglio: nessuna pietà. Spesso mi passa il telefono, sai perché? Perché si dimentica. È vero, non ha una particolare compassione per me, però è alto, robusto, ha due braccia, due gambe, un cervello che funziona, è in buona salute; allora di tutto il resto a questo punto, nel mio stato, come dici tu, da dove viene, che cosa ha  fatto,...

BoE, rialzo dei tassi in agosto sempre più probabile

A cura di Gero Jung, Chief Economist di Mirabaud AM Con i dati macroeconomici che si presentano più solidi – le statistiche mensili sul PIL pubblicate di recente indicano una sana ripresa nel secondo trimestre – il cammino della Bank of England verso un ulteriore rialzo dei tassi sembra essere sgombro. Ciò è anche in linea con le attuali aspettative di mercato, con i prezzi correnti...

Italia ed Europa, dilemma di integrazione

A cura di Silvia Dall’Angelo, Senior Economist di Hermes Investment Management. Il recente caso politico italiano ha riacceso il dibattito sul futuro dell’Unione Europea e sulla sostenibilità della moneta unica nel suo attuale quadro istituzionale. Mentre la situazione si sta normalizzando, il panorama italiano rimane fragile e rappresenta l’emblema delle sfide che l’Eurozona sta affrontando...

Alpha positivo

A cura di David Kupperman, Co-Head del team Alternative Investment Management, Neuberger Berman Parola d’ordine? Incertezza. Questo è quanto emerso nell’incontro del Comitato di Asset Allocation (AAC) di Neuberger Berman tenutosi il mese scorso. Chiaramente, l’interesse per i mercati obbligazionari rimane basso, ma gli stessi membri del Comitato hanno rivisto al ribasso anche le previsioni...

Caos Brexit: rimbalzo per la sterlina?

A cura di Vincent Mivelaz analista di Swissquote    Nonostante i dati trimestrali sulla disoccupazione risultino al livello più basso dal 1975 (4.20%), la sterlina continua la sua discesa contro le principali monete tra deludenti crescita dei salari e crescenti incertezze susseguenti al voto parlamentare di ieri. Invece, malgrado una maggioranza risicata (solo sei voti di differenza), il governo...

È tutta una questione di “alpha”

A cura di Hans-Jörg Naumer, Global Head of Capital Markets & Thematic Research, Allianz Global Investors Nel settore finanziario nessun’altra lettera dell’alfabeto greco viene chiamata in causa tanto quanto l’alpha, sinonimo di caccia all’extra-rendimento rispetto al mercato nel suo complesso. Anche in futuro, probabilmente, nessun’altra lettera sarà così al centro dell’attenzione:...

L’inflazione Usa si avvicina alla soglia obiettivo del 2% della Fed

federal reserve
A cura di Larry Hatheway, capo economista di Gam Investments Nelle note a margine della testimonianza semestrale sullo stato dell’economia USA dinanzi al Congresso, Powell si sta attenendoal contenuto dei recenti meeting FOMC: nello specifico, la solidità che l’economia sta conservando (con un rimbalzo di metà anno), l’avvicinamento dell’inflazione alla soglia obiettivo della FED fissata...

Deprezzamento dello Yuan: preoccupante ma non sistemico

yuan renminbi
Tra i timori dovuti alle crescenti tensioni commerciali, il forte deprezzamento dello yuan rispetto al dollaro del mese scorso, ha spaventato alcuni investitori che hanno riscontrato delle analogie con la svalutazione monetaria cinese del 2015, un episodio che ha causato fuoriuscite di capitali e turbolenze nei mercati di tutto il mondo. Lo spiega Isaac Meng, Portfolio Manager di PIMCO per i mercati...

Economia cinese, la base monetaria è la chiave

Osservando la politica macroeconomica cinese, i tassi di crescita di M1 offrono alcuni spunti utili. Come dimostra il nostro “grafico della settimana”, i decisori politici cinesi nel 2008 e nel 2009 per contrastare le ripercussioni della più grave recessione globale dalla seconda guerra mondiale hanno rafforzato gli stimoli monetari. Successivamente, i tassi di crescita di M1 sono calati...

Lafferty (Natixis IM): “Nel secondo semestre basi di crescita meno solide”

Di Dave Lafferty, Chief Market Strategist di Natixis IM Looking Back Se generalmente in questo periodo forniamo un aggiornamento della nostra view macro economica rispetto alla fine dell’anno precedente, quest’anno analizzeremo anche come 5 questioni chiave per i mercati si stiano evolvendo. Vivere pericolosamente, ma sopravvivere Nel nostro outlook di inizio anno avevamo sottolineato come il 2018...

I consumi Usa accelerano al ritmo del 3% annualizzato di crescita

borsa italiana
A cura di Giuseppe Sersale, Strategist Anthilia Inizio settimana povero di spunti, sui mercati, nonostante alcuni report macro degni di nota (vedi sotto). Il clima estivo è stato esaltato, nella seduta asiatica, dalla chiusura della borsa giapponese (Festa del Mare), che ha sottratto spessore alla price action. Il GDP cinese del secondo trimestre è uscito in calo di 0.1% a 6.7% anno su anno, in linea...

La guerra dei dazi: Usa contro tutti

Di Tom Stubbe Olsen, gestore del Nordea 1 – European Value Fund e fondatore di Mensarius AG Dopo la riforma fiscale, nel secondo trimestre ha preso piede un’altra delle promesse elettorali di Donald Trump. Le prime stoccate contro politiche commerciali sleali erano dirette alla Cina e agli scambi di acciaio, ma la retorica e il raggio di azione si stanno allargando. Le tariffe potrebbero essere...

Le Pmi svizzere fanno gola all’estero

gnomi svizzera
Le cessioni di piccole e medie imprese (Pmi) svizzere ad aziende estere hanno toccato un nuovo record nel primo trimestre di quest’anno: 40 Pmi sono passate in mani estere, il 38% in più rispetto allo stesso periodo del 2017. Il numero di acquirenti nazionali è invece rimasto invariato, come indica uno studio condotto da Deloitte riportato dal sito della Rsi. Gli acquirenti delle Pmi elvetiche...

Cambiamento climatico: abbassare l’asticella per una maggiore credibilità?

Di Ophélie Mortier, Responsabile degli Investimenti Responsabili di Degroof Petercam AM In un contesto in cui gli obiettivi dell’Unione europea in merito alle energie rinnovabili e ai cambiamenti climatici sono stati rivisti al rialzo, alcuni paesi hanno abbassato le loro aspettative per avere una possibilità più realistica di raggiungere i livelli che si sono prefissati. In parte perché,...

Debito pubblico italiano, le stime targate Mazziero Research

italia
Dopo la pubblicazione del debito pubblico italiano a maggio di 2.327 miliardi di euro, Mazziero Research stima un lieve calo nel mese di giugno a 2.324 miliardi (intervallo di confidenza tra 2.320 e 2.328 miliardi). Per i prossimi mesi mazziero Research prevede poi che il debito pubblico del Bel Paese proseguirà in crescita fino a luglio per poi scendere a dicembre a una cifra compresa tra...