In Europa resistono le società del fintech

Di Franz Weis, gestore del fondo Comgest Growth Europe di Comgest I dati non particolarmente incoraggianti relativi all’economia dell’Eurozona e le continue incertezze legate alle politiche commerciali statunitensi hanno pesato sul mercato europeo: l’indice MSCI Europe è sceso del 2,3% in termini di euro. L’economia dell’area è cresciuta del 2,2% nel secondo trimestre del 2018, un rallentamento...

2008-2018: non è tempo di rimpianti

s&p500
A cura di Elena Moya, M&G Investments Erano stati in pochi, subito dopo il crollo di Lehman Brothers dieci anni fa, a prevedere che sarebbe iniziato un decennio d’oro per gli investitori obbligazionari, ma è successo: ben 92 asset class a reddito fisso sulle 100 monitorate da Panoramic Weekly hanno generato risultati positivi, addirittura a tripla cifra in 17 casi. Le classi di attivi più...

Tornano le inquietudini sul debito italiano

italia
Di Gilles Guibout, gestore del fondo di tipo PIR, AXA WF Framlington Italy, Axa IM Ad agosto i mercati azionari europei hanno tirato il freno, dopo i rialzi di luglio, mettendo a segno una performance negativa. Il rialzo del dollaro e l’impatto negativo della guerra commerciale su un gran numero di paesi emergenti hanno pesato tra gli investitori. In Europa preoccupa soprattutto, in questo momento,...

Occasione Argentina

argentina
Di Luc D’hooge, Head of Emerging Market Bond di Vontobel AM Il rodeo costituisce parte integrante della cultura dell’Argentina rurale, dominata dai gauchos (mandriani) che partecipano a gare chiamate Jineteadas. Gli eventi attuali che si stanno susseguendo nel Paese ricordano molto lo svolgimento di un rodeo in groppa a un cavallo selvaggio. I periodi di turbolenza, tuttavia, non rappresentano...

Semaforo verde per i mercati emergenti

emerging markets
A cura di Pictet Am La disputa commerciale sempre più accesa tra USA e Cina pone un rischio per le esportazioni dei Paesi in via di sviluppo, mentre l’ascesa del dollaro minaccia di scatenare l’inflazione e causare problemi alle aziende dei Paesi emergenti che detengono debito denominato in dollari. La crisi della valuta turca e le aperture diplomatiche del Paese verso la Russia e l’Iran hanno...

Azionario Usa: nessun timore, la fine del ciclo non è dietro l’angolo

A cura di Julian Cook, Portfolio Specialist – US Equities, T. Rowe Price Quanto a lungo può durare un periodo positivo? È una domanda che un numero crescente di investitori statunitensi si sta ponendo, dopo un’estate turbolenta per i mercati azionari. Anche se gran parte della volatilità a cui abbiamo assistito recentemente può essere attribuita all’escalation delle tensioni commerciali...

Emergenti, la volatilità crea le occasioni

volatilita vix
A cura di Fran Rodilosso, Head of Fixed Income ETF Portfolio Management, VanEck Gli investitori che hanno esperienza dei mercati emergenti sono avvezzi alla volatilità e agli effetti di cambiamenti repentini e talvolta estremi del clima di fiducia. Da sempre, i rendimenti dei mercati emergenti salgono nei periodi di tensioni di mercato – a differenza dei rendimenti dei paesi safe haven, che tendono...

Comunicazioni trimestrali, Trump rinfocola il dibattito

A cura di Didier Le Menestrel, Presidente di La Financière de l’Echiquier APPLE è il grande vincitore delle trimestrali estive. Il colosso americano della tecnologia ha superato l’epica soglia dei 1.000 miliardi di dollari di capitalizzazione, equivalente a due volte il PIL del Belgio. È l’emblema di questa stagione borsistica agitata, caratterizzata da variazioni talvolta eccezionali...

Giappone, in vista un sostanziale re-rating del mercato?

A cura di Ernst Glanzmann, responsabile strategie azionarie per il Giappone di GAM Investments  Dopo essere state relativamente impopolari per diverso tempo, le azioni giapponesi stanno iniziando a riconquistare un po’ di peso in termini di asset allocation. anche se nel complesso persiste un atteggiamento di prudenza, in quanto la comunità degli investitori continua a nutrire perplessità data...

Se gli emergenti starnutiscono, il mondo prende un raffreddore?

Di Michiel Verstrepen, Economista, Degroof Petercam AM Gli ultimi mesi sono stati tempestosi per i mercati emergenti. Dall’inizio dell’anno, l’indice MSCI EM è sceso del 12% (in dollari), mentre l’indice MSCI Turkey scambia a un livello inferiore del 55%. Tra le valute, notiamo che dall’inizio dell’anno il Real brasiliano è calato del 13%, il Rand sudafricano del...

Corsa del dollaro al capolinea, ma in sovrappeso sui Treasury

A cura di Pictet Am Non appena ha iniziato a riemergere dalla stasi post-crisi finanziaria, il dollaro si è incamminato per un viaggio per lo più di sola andata. Ponderato per gli scambi  commerciali, ha guadagnato il 37% da luglio 2011  e si trova al momento ad avere la migliore valutazione  dell’ultimo quarto  di secolo come minimo (si veda il grafico). La forza del dollaro è sostenuta da...

L’importanza degli utili

dividendi azioni
A cura di Jeroen Blokland, Portfolio manager Robeco Global Allocation Team Non appena i mercati raggiungono nuovi massimi inizia a diffondersi il timore di un’imminente correzione se le valutazioni dovessero aumentare troppo. Le azioni globali hanno subito un crollo verso l’inizio dell’anno, prima di riprendere il trend rialzista in corso ormai da dieci anni. Gli investitori non dovrebbero avere...

3.000 or Bust

s&p500
A cura di Walter Snyder The S & P 500 (SPY) has topped the record January 2018 high and currently stands at 2,904. With US companies planning share buy-back programmes amounting to US $ one trillion within a year, it is extremely likely to go over 3,000 before the end of 2019. The Fed will probably hike the basic interest rate to 2.00/2.25 % in September with another hike in December. This is unlikely...

Guerra commerciale, ne fa le spese il Nasdaq

nasdaq
A cura di Alessandro Balsotti, Strategist Jci Capital Si è cominciata ad intravedere qualche avvisaglia sul fatto che il mercato inizi ad interrogarsi sull’assioma trumpiano di come vincere una guerra commerciale sia facile, facendo notare come “il loro mercato azionario stia crollando mentre il nostro è ai massimi”. Ieri Wall Street ha patito l’evidente imminenza dell’annuncio (S&P...

Elezioni presidenziali in Brasile, per chi tifano i mercati?

brasile
A cura di Maarten-Jan Bakkum, Senior Emerging Markets Strategist di NN Investment Partners Le elezioni in Brasile arrivano in un momento difficile, con i candidati presidenziali che subiscono la forte pressione del mercato per presentare un piano credibile di riduzione del disavanzo fiscale. Se il prossimo presidente, che sarà eletto in ottobre, non porterà proposte efficaci per controllare gli investimenti...