Cina moderata, mercati tranquilli, settore auto in possibile rispolvero

mondo mappa
A cura di Antonio Cesarano, Chief Global Strategist, Intermonte Sim La Cina reagisce ai dazi di Trump ma in modo composto, semplicemente mettendo in pratica la minaccia che aveva già preannunciato, ossia dazi su altri 60 Mld di dollari di beni con aliquota molto bassa. La moderazione cinese è quello che ha soprattutto impressionato i mercati. L’aspetto più evidente è stato il fatto che questa...

Esiste una «soft Brexit»?

Di Matteo Ramenghi, Chief Investment Officer, Ubs WM Italy   Un potenziale accordo tra UE e Regno Unito difficilmente comprenderà l’apertura del mercato dei servizi, una voce cruciale per l’export inglese. Lo scenario di medio termine per Londra e per il suo mercato immobiliare è, dunque, molto incerto. Ancor prima che la Brexit cominci e che le modalità dell’uscita dall’Unione europea...

Il ruolo dello sviluppo tecnologico nell’identificazione dei dati Esg

A cura di Chirag Patel, Head of Innovation & Advisory Solutions EMEA, di State Street Global Exchange e State Street Associates, EMEA  Stiamo assistendo a una notevole crescita dell’attenzione sui fattori ESG (environmental, social and governance) come modalità sostenibile per la creazione di valore. All’epoca della loro nascita nel 2006, i United Nations-backed Principles for Responsible...

Il sistema moda italiano tra tradizione e innovazione

lusso moda sfilata
A cura di Gregorio De Felice, Capo economista Intesa Sanpaolo I punti di forza del sistema moda italiano Il sistema moda, che comprende tessile, abbigliamento e calzature, è un settore chiave per l’economia italiana: con 24,2 miliardi di euro di valore aggiunto generato nel 2017, rappresenta il 10% del manifatturiero e occupa circa 500 mila addetti, ovvero il 15,5% degli addetti occupati complessivamente...

I criteri ESG diventano popolari in Europa

Secondo una ricerca HSBC, il 61% degli investitori e il 48% degli emittenti di tutto il mondo hanno all’attivo una strategia per l’Environment, Social e Governance (ESG), anche se esistono profonde differenze dal punto di vista geografico. Europa (87%) e Regno Unito sono tra i primi emittenti (87%), in particolare per quanto riguarda le società con un fatturato superiore ai 10 miliardi di dollari....

Matrix

A cura di Aqa Capital Matrix è ovunque. È intorno a noi. Anche adesso, nella stanza in cui siamo. È quello che vedi quando ti affacci alla finestra, o quando accendi il televisore. L’avverti quando vai a lavoro, quando vai in chiesa, quando paghi le tasse. È il mondo che ti è stato messo davanti agli occhi per nasconderti la verità Sei più veloce di così. Non pensare di esserlo, convinciti...

Indicatori di acquisti selettivi all’orizzonte

A cura di Michele De Michelis, responsabile investimenti di Frame AM Se pensiamo che la storia si ripeta, dobbiamo necessariamente analizzare alcuni fenomeni che regolarmente si verificano sui mercati finanziari e che spesso generano anche ottime opportunità di acquisto purché si sia disposti a sopportare il fatto che il punto di entrata potrebbe essere non perfetto e quindi si possa continuare...

Healthcare in ottima salute

A cura di Davide Dalmaso (Alfa Consulenza) per ITForum.it Il mercato azionario europeo è in affanno. Le performance realizzate da inizio anno parlano chiaro: l’Euro Stoxx 50 ha perso 6 punti percentuali e il più diversificato Stoxx Europe 600 ha ceduto il 4%. Al di là dei numeri, a preoccupare è soprattutto il quadro tecnico che è andato delineandosi. L’impostazione grafica dei due indici...

Il potere economico delle donne : la gestione degli investimenti tiene il passo?

A cura di Cathy Stal, Managing Director di PIMCO Le donne stanno trasformando l’economia globale. Il settore dei servizi finanziari deve evolvere sia per servire meglio gli investitori donne, sia per valutare l’impatto che le decisioni delle donne hanno sui mercati di tutto il mondo – ora e nei decenni a venire. Le donne rappresentano un crescente potere economico negli Stati Uniti e...

Gli effetti della riforma dei settori dei “GICS”

asset allocation
A cura di Larry V Adam, CIO Americas and Chief Investment Strategist di Dws Facendo seguito alla revisione annuale dei Criteri internazionali di classificazione settoriale (Global Industry Classification Standards o GICS) nel 2017, S&P, Dow Jones e MSCI hanno deciso di ampliare e modificare in Servizi di Comunicazione l’attuale denominazione del settore dei Servizi di Telecomunicazione. La decisione...

L’Orso inizia a far capolino anche a Wall Street

A cura di Xtb Gli umori positivi a Wall Street sono terminati – almeno per ora. Giovedì ha portato il secondo giorno di pesanti perdite tra gli stock tecnologici, tra le preoccupazioni che le guerre commerciali con la Cina potrebbero seriamente minare le prospettive per le società statunitensi. Giovedì è stato l’ultimo giorno di consultazioni commerciali in merito alla politica commerciale...

I politici italiani ascoltano il mercato

Di Mark Holman, CEO di TwentyFour AM Venerdì scorso ci ha sorpreso che un commento di un ministro delle Finanze del G7, che avrebbe dovuto essere accolto molto positivamente, sia stato in qualche modo ignorato dai mercati. Per coloro che se lo sono perso, Giovanni Tria ha detto che sta preparando un bilancio con un rapporto deficit/PIL dell’1,5%. Questo avrebbe dovuto essere un enorme sollievo...

Azionario giappone, quale impatto dalla politica monetaria della BoJ?

bank of japan, boj
A cura di Cédric Le Berre, Senior Analyst and Investment Specialist US and Japanese Equities, Ubp In Giappone da inizio anno, i titoli difensivi e guidati dalla domanda interna sopravvalutata, hanno sovraperformato, con il clima di avversione al rischio che ha dominato il mercato con l’aumento dei timori legati alle tensioni attriti commerciali. Al contrario, questo ha portato a valutazioni più...

La small cap Usa ancora sugli scudi

A cura di Francesco Lomartire, Responsabile di SPDR ETFs per l’Italia Come rilevato dall’indice Russell 2000, da inizio anno ad oggi le small cap hanno riportato performance migliori rispetto alle altre azioni dei mercati azionari statunitensi. Nello scenario attuale riscontriamo una serie di fattori a supporto delle società a più bassa capitalizzazione e, di conseguenza, riteniamo che questo...

Dax, 11.970 punti il nuovo supporto. Nell’indice entra Wirecard

A cura di Xtb La sessione di ieri a Wall Street può essere definita downbeat. Infatti, Dow Jones è riuscito a spingere un po ‘più in alto, ma l’S & P 500 e soprattutto il Nasdaq hanno registrato alcune gravi perdite. Stati d’animo simili sono stati osservati durante la sessione asiatica dove il giapponese Nikkei (JAP225) è diminuito dello 0,51% e l’australiano S &...