Certificati: da Leonteq un autocallable multichance. Azimut, Intesa e UniCredit i sottostanti

Leonteq lancia il suo primo certificato di tipo autocallable multichance. Nel dettaglio si tratta di un prodotto quotato sul mercato EuroTlx, che funziona in modo simile ad un certificato di tipo autocallable worst-of, ma con una differenza riguardante il verificarsi dell’evento barriera. In particolare, affinché l’evento barriera si consideri verificato è necessario che a scadenza almeno due dei titoli sottostanti abbiano valore uguale o inferiore al loro rispettivo livello barriera. In caso contrario, se solo un sottostante ha infranto la barriera europea, a scadenza si riceve il valore nominale del certificato (1000 euro). Il codice Isin è CH0522706131, la scadenza è fissata al 20 febbraio 2023, mentre la data di rimborso è il 27 febbraio dello stesso anno. I sottostanti sono tre azioni italiane del settore finanziario: Azimut Holding, Intesa Sanpaolo e Unicredit.

Le caratteristiche del nuovo certificato di Leonteq

Il certificato in esame è nel dettaglio caratterizzato da una cedola condizionata mensile dello 0,58%, da un livello di attivazione della cedola (coupon trigger) del 60%, da una barriera europea posta al 60% e dalla possibilità di richiamo anticipato a partire dal 20 agosto di quest’anno. La data di fixing iniziale è il 20 febbraio 2020. Il certificato è inoltre dotato di effetto memoria, ovvero della possibilità di recuperare le cedole che in precedenza non sono state pagate. Infatti, le cedole non dovute non saranno definitivamente perse ma verranno portate a memoria. Dunque, qualora le condizioni per il pagamento fossero verificate in una successiva data di osservazione (ovvero nel caso in cui tutti i sottostanti si trovassero al di sopra della barriera cedolare), tali cedole pregresse verrebbero interamente distribuite.

Le azioni sottostanti al certificato

Azimut Holding, nota società del risparmio gestito attiva sia in Italia che all’estero quotata a Piazza Affari, vanta ancora un rialzo a 12 mesi del 9,3% circa nonostante le recenti correzioni accusate da tutti i principali listini azionari in scia alla diffusione del coronavirus. Ai prezzi attuali, inoltre, il titolo registra un rendimento del dividendo del 5,3% e un rapporto tra prezzo e utili limitato a 6,4.

Intesa Sanpaolo è una banca che certo non necessita di presentazioni per gli investitori italiani. Attualmente il titolo dell’istituto segna una performance a 12 mesi e negativa (-6,9%) ma vanta un dividend yield del 9,6% e un P/E limitato a 8,3.

Unicredit, come nel caso precedente, si tratta di una delle principali banche italiane. In questa fase il titolo segna un ribasso a 12 mesi di poco superiore al 25% ma vanta un rendimento del dividendo superiore al 6% e un rapporto tra prezzo e utili di poco più di 10,4.

Cedola condizionata

Data di osservazione Data di pagamento Livello trigger Cedola
20 mar 2020 27 mar 2020 60.00% 0.58%
20 apr 2020 27 apr 2020 60.00% 0.58%
20 mag 2020 27 mag 2020 60.00% 0.58%
22 giu 2020 29 giu 2020 60.00% 0.58%
20 lug 2020 27 lug 2020 60.00% 0.58%
20 ago 2020 27 ago 2020 60.00% 0.58%
21 set 2020 28 set 2020 60.00% 0.58%
20 ott 2020 27 ott 2020 60.00% 0.58%
20 nov 2020 27 nov 2020 60.00% 0.58%
21 dic 2020 29 dic 2020 60.00% 0.58%
20 gen 2021 27 gen 2021 60.00% 0.58%
22 feb 2021 01 mar 2021 60.00% 0.58%
22 mar 2021 29 mar 2021 60.00% 0.58%
20 apr 2021 27 apr 2021 60.00% 0.58%
20 mag 2021 27 mag 2021 60.00% 0.58%
21 giu 2021 28 giu 2021 60.00% 0.58%
20 lug 2021 27 lug 2021 60.00% 0.58%
20 ago 2021 27 ago 2021 60.00% 0.58%
20 set 2021 27 set 2021 60.00% 0.58%
20 ott 2021 27 ott 2021 60.00% 0.58%
22 nov 2021 29 nov 2021 60.00% 0.58%
20 dic 2021 27 dic 2021 60.00% 0.58%
20 gen 2022 27 gen 2022 60.00% 0.58%
21 feb 2022 28 feb 2022 60.00% 0.58%
21 mar 2022 28 mar 2022 60.00% 0.58%
20 apr 2022 27 apr 2022 60.00% 0.58%
20 mag 2022 27 mag 2022 60.00% 0.58%
20 giu 2022 27 giu 2022 60.00% 0.58%
20 lug 2022 27 lug 2022 60.00% 0.58%
22 ago 2022 29 ago 2022 60.00% 0.58%
20 set 2022 27 set 2022 60.00% 0.58%
20 ott 2022 27 ott 2022 60.00% 0.58%
21 nov 2022 28 nov 2022 60.00% 0.58%
20 dic 2022 28 dic 2022 60.00% 0.58%
20 gen 2023 27 gen 2023 60.00% 0.58%
20 feb 2023 27 feb 2023 60.00% 0.58%

Rimborso anticipato

Data di osservazione Livello trigger Ammontare del rimborso
20 ago 2020 95.00% 100.00%
21 set 2020 95.00% 100.00%
20 ott 2020 95.00% 100.00%
20 nov 2020 95.00% 100.00%
21 dic 2020 95.00% 100.00%
20 gen 2021 95.00% 100.00%
22 feb 2021 95.00% 100.00%
22 mar 2021 90.00% 100.00%
20 apr 2021 90.00% 100.00%
20 mag 2021 90.00% 100.00%
21 giu 2021 90.00% 100.00%
20 lug 2021 90.00% 100.00%
20 ago 2021 90.00% 100.00%
20 set 2021 85.00% 100.00%
20 ott 2021 85.00% 100.00%
22 nov 2021 85.00% 100.00%
20 dic 2021 85.00% 100.00%
20 gen 2022 85.00% 100.00%
21 feb 2022 85.00% 100.00%
21 mar 2022 80.00% 100.00%
20 apr 2022 80.00% 100.00%
20 mag 2022 80.00% 100.00%
20 giu 2022 80.00% 100.00%
20 lug 2022 80.00% 100.00%
22 ago 2022 80.00% 100.00%
20 set 2022 75.00% 100.00%
20 ott 2022 75.00% 100.00%
21 nov 2022 75.00% 100.00%
20 dic 2022 75.00% 100.00%
20 gen 2023 75.00% 100.00%
20 feb 2023 75.00% 100.00%

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*