Cina, arriva il primo Etf basato su attività blockchain

E’ stata presentata in Cina una richiesta ufficiale per il collocamento di un nuovo Etf basato su attività blockchain. Lo riporta il sito The Cryptonomist. La richiesta alla China Securities Regulatory Commission (Csrc) è stata presentata proprio dalla società Penghua Fund di Shenzhen.

Qualora la richiesta venisse approvata, il Penghua Szse Blockchain 50 Trading Open Index sarebbe in assoluto il primo Etf in Cina dedicato alla blockchain. Sarebbe aperto a tutti gli investitori e collocato presumibilmente alla borsa di Shenzhen, dove da poco è stato lanciato anche un “Indice Blockchain” (Shenzhen Stock Exchange Blockchain 50 Index) comprendente i 50 titoli quotati in Borsa a maggior capitalizzazione di mercato tra quelli di aziende che sono coinvolte in diversi aspetti dell’ecosistema blockchain, dalle apparecchiature hardware per il mining a servizi e applicazioni che utilizzano questa tecnologia.

L’Etf su blockchain mira proprio a tracciare e riflettere le prestazioni di questi 50 titoli, fornendo agli investitori un nuovo modo per speculare sui dividendi dello sviluppo del settore blockchain. Il Blockchain 50 Index è stato avviato sulla Borsa di Shenzhen il 24 dicembre e il giorno successivo ha chiuso con un aumento dell’1,74%, portandosi a 3.155,03 punti. Fra le aziende comprese nell’indice, The Cryptonomist cita Ping An Bank, Midea Group, Zixin Pharmaceutical, Guangdian Express, SF Holding, Suning.

Tra le aziende dell’Indice Blockchain, molte hanno già raddoppiato la loro capitalizzazione di mercato nel corso del 2019: Jinyi, ad esempio, ha fatto segnare un incremento di oltre il 310%, o Tonghuashun, il cui valore è aumentato del 178%. Il tasso di crescita medio delle 50 aziende dell’indice ha raggiunto il 50% nel 2019, ben superiore rispetto alla performance media dell’indice azionario di Shanghai.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*