Coronavirus, Goldman Sachs rivede previsioni sul lusso: sarà un declino senza precedenti

previsioni goldman sachs sul settore del lusso a causa del coronavirus

Goldman Sachs rivede le previsioni sul settore del lusso a causa della diffusione in tutto il mondo del coronavirus. Se il 20 febbraio 2020 la banca americana si aspettava un calo delle vendite del 9% nel primo semestre, adesso si aspetta“un calo del 30% delle vendite totali del settore lusso nel 2020”.

Questo, ovviamente, dopo aver riconsiderato la situazione a causa della rapida diffusione del coronavirus in Europa a negli Stati Uniti. Ciò significa, sottolinea Goldman Sachs, che “stiamo parlando di un declino senza precedenti”. 

Per dare un’idea più precisa, gli analisti della nota banca statunitense hanno così sintetizzato la loro previsione sul settore del lusso in seguito alla crisi sanitaria ed economica dettata dalla pandemia da coronavirus: 

  • Primo trimestre: -30%
  • secondo trimestre: -70%
  • terzo trimestre: -25%
  • quarto trimestre: +15% nel quarto trimestre. 

I giudizi sui titoli del lusso di Goldman Sachs

Per il nostro universo di copertura, sottolineano gli analisti di Goldman Sachs, “ prevediamo un calo medio delle vendite del 24%, sovraperformando il settore in senso lato e riflettendo la forza dei mega marchi, in particolare Louis Vuitton e Christian Dior (entrambi appartenenti al gruppo LVMH), Gucci (appartenente al gruppo Kering) ed Hermès.

Tra queste, vi sono quindi delle aziende che riusciranno a resistere ai duri colpi del coronavirus e sono soprattutto i principali tre gruppi del settore lusso: Kering, LVMH e Moncler. Secondo la banca americana, infatti, questi tre titoli possono essere ugualmente classificati per l’acquisto.

“Continuiamo a considerare – sottolineano gli analisti di Goldman Sachs – traiettorie difensive del flusso di cassa libero in cui la domanda per prodotto in genere supera l’offerta (qui ritroviamo Hermés e Brunello Cucinelli);

Infine, evidenzia la banca americana, “ipotizziamo un calo annuale dei dividendi per Hugo Boss,e Tod’s. Date le qualità difensive di Hermès, insieme a un forte bilancio, passiamo a Neutral (da Sell, target di prezzo invariato)”.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*