Cosa succederà in Cina: la view di Exane

A cura di Pierre Olivier Beffy, Chief Economist di Exane Bnp Paribas
La scorsa settimana ho incontrato diversi clienti sulla West Coast statunitense. La maggioranza fatica a trovare buoni motivi per preoccuparsi di uno scenario bearish per gli asset rischiosi per via dell’assenza di notizie negative. Per questo motivo, gli investitori hanno aspettative piuttosto bullish sull’evoluzione del mercato globale azionario. La loro attenzione si concentra principalmente sulla politica fiscale e monetaria. Si aspettano che Trump possa approvare i tagli alle tasse e le misure di rimpatrio dei capitali dall’estero con il 60% di probabilità. Il voto favorevole sul bilancio del 2018 da parte del Congresso, avvenuto lo scorso giovedì, spiana la strada verso una procedura di riconciliazione per l’approvazione del bilancio tramite maggioranza semplice. Molti degli investitori statunitensi che ho incontrato ritengono che la mancata realizzazione della riforma fiscale rappresenterebbe un suicidio sia per Trump che per i Repubblicani, alla luce delle elezioni che si terranno a metà del prossimo anno.
Riguardo alla politica monetaria, il successore della Yellen dovrebbe essere annunciato nei prossimi giorni. Sicuramente prima o poi il consensus rivedrà al rialzo le aspettative sui tassi Fed. Tuttavia, fin quando i leading indicators statunitensi rimarranno su livelli elevati e gli investitori statunitensi osserveranno una domanda debole sul mercato del lavoro, una Fed più hawkish difficilmente verrà considerata un grande rischio per i mercati nel breve periodo. Il focus in realtà è concentrato molto di più sulla BCE, la quale si è mossa verso un’uscita dal Quantitative Easing. La decisione della BCE di prolungare l’acquisto di asset di nove mesi, con volumi ridotti a 30 miliardi di Euro, è stata in linea con le attese del consensus.  
Il tono del messaggio è stato dovish. In particolare, è rimasta l’affermazione secondo cui i tassi d’interesse rimarranno ai livelli odierni “per un periodo prolungato di tempo, ben oltre la scadenza del QE. Di fatto, con questa dichiarazione si esclude ogni intervento sui tassi fino al 2019. Nel complesso, la BCE continuerà ad acquistare quantità significative di asset per i prossimi dodici mesi. Di conseguenza, lo scudo della BCE è ancora attivo sul mercato dei titoli di stato e lo spread dei titoli italiani si è ridotto significativamente. Lo spread dovrebbe ridursi ulteriormente fin quando lo scudo della BCE continuerà a dissipare ogni scetticismo sulla situazione italiana.
Infine, l’interesse degli investitori statunitensi si è rivolto alla Cina dopo la conclusione del Congresso. La rafforzata posizione politica del Presidente Xi Jinping è ampiamente accertata. Xi e la sua ideologia sono stati formalmente inclusi nella Costituzione del Partito Comunista: contrariamente ai suoi due ultimi predecessori, Xi vede ora il suo nome inciso nella Costituzione del Partito. L’ultimo leader ad avere una simile influenza su un documento di tale importanza mentre era in carica fu Mao Zedong. Non essendo stato designato alcun successore a Xi, sembra spianata la strada verso la conferma oltre il termine del 2022, quando finirà il consueto duplice mandato quinquennale.
Quali sono le conseguenze economiche dell’attuale situazione politica? Nel breve termine, come abbiamo spiegato precedentemente, non cambierà molto: la crescita alimentata dal debito dovrebbe continuare (con al limite un rallentamento molto graduale), così come l’impegno a monitorare il rischio finanziario, il rafforzamento ulteriore del settore pubblico e l’attuazione della campagna anti corruzione. La visione di lungo periodo di Xi, che enfatizza la qualità della crescita, richiederà un intervallo di tempo molto lungo per potersi realizzare. Il prossimo evento da tenere sott’occhio sarà il centesimo anniversario del Partito Comunista nel 2021.
image005

La mano forte del Presidente Xi ai vertici. Il Comitato permanente del Politburo (Politburo Standing Committee), sette membri totali: due invariati e cinque sostituiti