CrowdFundMe: Sixth Millennium avvicina il crowdfunding italiano al mercato hi-tech israeliano

CrowdFundMe, unica piattaforma di crowdinvesting (equity crowdfunding, real estate crowdfunding e corporate debt),  quotata a Piazza Affari, lancia la campagna di equity crowdfunding di Sixth Millennium. Parliamo di una holding industriale che acquista partecipazioni in startup ad alto contenuto tecnologico – cybersecurity, IoT, Big Data Analytics e fintech – con un focus sul mercato israeliano. La società fa parte del network di Sixth Millennium Venture Partners, il gruppo di Venture Capital israeliano fondato da Jonathan Pacifici (già General Partner di Wadi Ventures e Presidente del Jewish Economic Forum) e dal Prof. Reuven Ulmansky (veterano della 8200 – unità delle forze armate israeliane specializzata in cybersicurezza – con esperienze nell’IAI – Israel Aerospace Industries – e Intel, docente di Technology Entrepreneurship alla Ben Gurion University).

Con circa sete miliardi di dollari di investimenti in startup (nel 2018) ed exit per 21 miliardi (2018, Fonte IVC), Israele è oggi uno dei principali hub tecnologici del pianeta. Investire in Sixth Millennium significa avere accesso, da un lato, a un portafoglio diversificato di startup israeliane attive nei settori a più alta crescita come cybersecurity, IoT, Big Data Analytics e fintech, dall’ altro, ai centri di ricerca e sviluppo di importanti multinazionali presenti nel Paese, con cui la holding ha degli stretti rapporti di collaborazione, quali Microsoft, Google, IBM Alphazone, Amazon, 8200 EISP, Gvahim, Siftech e anche le technology transfer company delle Università. Gli investimenti sono finalizzati alla realizzazione di plusvalenza dalle posizioni nelle singole startup, attraverso la cessione delle quote delle partecipate a raggiungimento di exit (M&A, IPO etc.). In tutti questi casi la holding non accumula capitali, ma ridistribuisce gli utili ai soci.

Jonathan Pacifici e Reuven Ulmansky vantano un’esperienza decennale nell’ecosistema di Venture Capital israeliani. Un loro precedente veicolo di pre-seed ha investito in 15 startup, alcune delle quali già valutate decine di milioni di dollari. Sixth Millennium intende investire i capitali raccolti nella campagna di equity crowdfunding su CrowdFundMe, che punta a un primo obiettivo economico di 500mila euro, in un portafoglio differenziato con società attive nei vari settori di competenza come cybersecurity, Big Data, telefonia mobile e tecnologia cloud.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*