Da Art&Luxury un veicolo di investimento su Dalì

Art&Luxury ha presentato il suo ambizioso ed innovativo progetto che crea di fatto un alternativa concreata per investire nel mercato dell’arte partendo da un approccio totalmente nuovo e differente.
Ad assistere alla presentazione un selezionato e qualificato gruppo di investitori professionali, family officer e wealth manager.

L’idea che fa la differenza è stata quella di studiare approfonditamente il mercato e identificare un’attività che operasse nel settore dell’arte e che presentasse una storia di successo oltre che delle solide basi economiche e patrimoniali. La scelta è ricaduta sul Dalí Universe di Beniamino Levi, società specializzata in opere del maestro catalano, che oltre a gestire una delle più grandi collezioni private di opere d’arte di Salvador Dalí al mondo, detiene la fonderia Perseo di Mendrisio e l’Espace Dalí Parigi (museo ubicato nel quartiere di Montmartre) ed è inoltre promotrice di svariate mostre, come quelle attualmente in corso a Capri (fino al 15/9) ed a Matera (fino al 2/12).

Art&Luxury, struttura composta da un gruppo di professionisti di grande esperienza maturata in settori cross finanza ed arte, ha focalizzato la sua attenzione su un progetto in grado di interpretare l’arte come una asset class alternativa, che interpretasse un investimento al pari dei beni rifugio e, quindi, decorrelato rispetto all’andamento direzionale dei mercati finanziari.

Dopo aver studiato a fondo le esperienze maturate nel tempo dai diversi operatori, al fine di consegnare agli investitori delle performance positive consistenti, senza incorrere nei limiti e nei vincoli tipici del settore, Art&Luxury ha messo a punto un progetto che prevede un approccio industriale che si concretizzerà con il lancio di un veicolo di investimento, al momento unico al mondo, che deterrà il 40% di equity dell’Universo Dalí e di tutti i suoi asset.

Roberto Calebasso, partner di Art&Luxury, ha così commentato: “Dopo aver studiato a lungo il mercato dell’arte, grazie alle nostre conoscenze nel settore della consulenza e degli investimenti, riteniamo di aver individuato una soluzione in grado di esaltare le caratteristiche positive tipiche di questa asset class e di aver superato alcune delle note critiche com’è il caso della liquidabilità e della garanzia di un cash flow costante”.

Tra i primi partner tecnici dell’iniziativa promossa da Art&Luxury, figurano: Arte e Diritto, il Museo di Arte Contemporanea Lu.C.C.A. ed il gruppo di gallerie d’arte Spirale Milano, rappresentate da Massimo Ferrarotti.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*