Da State Street il primo Etf passivo che investe in bond convertibili globali

ETF

State Street Global Advisors (SSGA) ha quotato sul mercato EtfPlus di Borsa Italiana un nuovo Etf: lo SPDR® Thomson Reuters Global Convertible Bond UCITS ETF. L’Etf, lanciato lo scorso ottobre e già quotato su Deutsche Börse Xetra e LSE, replica il Thomson Reuters Qualified Global Convertible Index che comprende obbligazioni convertibili di emittenti globali denominate in diverse valute. Le obbligazioni convertibili incorporano un’opzione che dà all’obbligazionista la facoltà, ma non l’obbligo, di convertire il bond in un numero predeterminato di azioni della società emittente. Questo implica che gli investitori siano potenzialmente protetti nelle fasi ribassiste, ma possano anche beneficiare delle fasi di rialzo dato che il valore dell’opzione cresce parallelamente a quello delle azioni.

Francesco Lomartire, SPDR ETFs sales specialist per l’Italia e il Ticino di SSGA, ha commentato: “Le obbligazioni convertibili hanno mostrato storicamente una minore correlazione con i mercati azionari e obbligazionari tradizionali e tipicamente avranno una minore sensibilità alle variazioni dei tassi di interesse rispetto ai normali bond. Questo li rende un valido strumento di diversificazione dei portafogli.  La possibilità offerta agli investitori di proteggersi dai ribassi e beneficiare nel contempo dei rialzi, li rende in molti casi più attraenti delle azioni e obbligazioni tradizionali”.

Silvia Bosoni, head of ETF listing Italy di Borsa Italiana, ha commentato: “Siamo lieti di accogliere un nuovo SPDR ETF sul mercato ETFplus, a conferma del ruolo centrale di Borsa Italiana nel panorama europeo, dove siamo leader per numero di contratti su piattaforma elettronica. In particolare, il lancio di un ETF che replica le obbligazioni convertibili rappresenta un prezioso arricchimento della gamma di strumenti finanziari negoziati e offerti agli investitori attraverso i mercati di Borsa Italiana”.