Danieli: l’analisi fondamentale di Websim

A cura di Websim

L’Italia ha firmato un accordo preliminare con la Cina che lo rende il primo paese del Gruppo dei sette paesi industrializzati ad aderire al progetto “via della Seta” collegato allo sviluppo delle infrastrutture. Sono stati siglati circa 30 accordi, a margine della visita a Roma del presidente cinese Xi Jinping, di cui 10 coinvolgono aziende italiane e gli altri ministeri ed enti pubblici.

Il vice primo ministro italiano Luigi Di Maio ha dichiarato che le trattative valgono 2,5 miliardi di euro iniziali (2,8 miliardi di dollari) ma potrebbero arrivare a un valore potenziale di 20 miliardi.

Danieli è coinvolta in prima persona, il gruppo ha siglato un contratto per costruire parte di un’acciaieria in Cina che verrà poi trasferita in Azerbaigian. Il progetto era noto, ma fermo da tempo.

 

Risultati primo semestre fiscale

Danieli ha chiuso il primo semestre fiscale dell’esercizio 2018/2019 con un utile netto di 32,6 milioni di euro, in crescita rispetto ai 21,4 milioni registrati nell”analogo periodo 2017. Sono cresciuti anche i ricavi a 1,4 miliardi da 1,2 miliardi. In calo invece il Mol (Ebitda) a 104,6 milioni di euro da 107,2 milioni.

Il risultato netto dei primi sei mesi dell’esercizio 2018/19 migliora del 52% rispetto allo scorso anno con un Margine Operativo Lordo del periodo (EBITDA) ancora buono, seppure ridotto dalla bassa redditività di alcune commesse completate nel periodo e con una previsione di recupero grazie alla migliore marginalità dei nuovi ordini ora acquisiti e che saranno implementati nel corso del 2019.

I ricavi salgono rispetto a quanto realizzato nello stesso periodo dell’esercizio precedente, con un fatturato in crescita sia nel settore impianti (Plant Making) e nel settore acciaio (Steel Making), che mostra anche volumi di produzione superiori rispetto allo stesso periodo dell’esercizio 2017/18.

I ricavi per il settore Plant Making risultano allineati con le previsioni d’inizio anno e derivano dal rispetto dei programmi di costruzione contrattualmente concordati con i clienti, con un EBITDA per 44,1 milioni di euro. Il risultato rimane ancora condizionato da bassi margini su ordini acquisiti nei due esercizi precedenti per via delle condizioni estremamente negative del mercato.

I ricavi per il settore Steel Making sono pure in linea con i budget di inizio anno e presentano una redditività di 60,5 milioni di euro, con prodotti spediti nel periodo chiuso al 31 dicembre 2018 per circa 600.000 tonnellate (in crescita rispetto ai volumi dell’omologo periodo dello scorso esercizio), con l’obiettivo di mantenere questo livello di redditività e crescita nei volumi per l’intero esercizio in corso.

Il primo semestre dell’esercizio 2018/19 presenta quindi una redditività operativa (EBIT) positiva in entrambi i segmenti industriali.

L’utile netto consolidato del periodo infine è superiore alle previsioni di inizio anno, in parte favorito al 31 dicembre 2018 dall’allineamento positivo dei cambi.

La posizione finanziaria netta di Gruppo valutata nel contesto si mantiene solida ed invariata.

Il Consiglio di Amministrazione ha preso atto dei risultati del semestre evidenziando che le performances di entrambi i settori Plant Making e Steel Making – assieme al mantenimento del portafoglio ordini ad un livello ancora elevato – fanno prevedere, al momento, risultati a fine esercizio in linea con le previsioni di inizio anno.

Raccomandazione POCO INTERESSANTE, target price a 16,50 euro

Riteniamo che il titolo rimanga poco attraente alla luce della decelerazione della domanda di acciaio e dei rischi macroeconomici che potrebbero ulteriormente ostacolare gli investimenti degli operatori del settore siderurgico, dopo il calo dei prezzi dell’acciaio dal picco a metà del 2018.

Il flusso di nuovi ordini annunciato negli ultimi mesi è stato notevole, ma non è scontato che questi nuovi ordini portino una redditività significativamente più alta. La novità del week end non è tale da portare benefici immediati al titolo.

Di seguito i dati storici e prospettici elaborati da Websim/Intermonte

2503danieli.png

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*