Dax sotto 10.000. Raggiunti ieri il primo target al rialzo e il quinto al ribasso

DAX

Il Dax future ha fatto il bis ieri con una seconda candela nera che ha ravvicinato ancora una volta i corsi alla propria media mobile a 21 sedute. Il derivato infatti, dopo un avvio a 9.966 e un top a 10.036, è scivolato fino al minimo di 9.885 salvo chiudere poi a 9.917 punti. Stamattina il future dopo una partenza a 9.985, si è mosso tra un top a 10.013 e un minimo a 9.965 e si mantiene ora sotto area 10.000 punti. Stocastico veloce  che si inabissa e si avvicina ormai alla soglia di ipervenduto, mentre la sua trigger line rimane ancora molto al di sopra. Ieri intanto il superamento di 10.020 ha portato al raggiungimento del primo target a 10.035, mentre la successiva violazione di 9.970 al quinto obiettivo ribassista a 9.885 punti.
Dal punto di vista tecnico, il mancato ritorno al di sopra di di 10.000 punti rappresenta un primo segnale negativo per il Dax: sotto 9.970, ora, primi sostegni a 9.950, 9.930, 9.915 e 9.900 punti. Infine, a 9.885, 9.870, 9.850, 9.835, 9.820 e 9.800 punti. Oltre 10.020, invece, possibili rimbalzi in direzione di 10.035, 10.050, 10.070, 10.085 e 10.100; infine a 10.120, 10.135 e 10.150, 10.165, 10.180 e 10.200 punti.   M.M.
Ger30Dec15Daily