Digital360: l’analisi fondamentale di Websim

A cura dell’Ufficio Studi di Websim

Digital360, società quotata sul Mercato AIM di Borsa Italiana, si occupa di far incontrare la domanda e l’offerta di prodotti e servizi digitali, mettendo in relazione le imprese fornitrici con quelle che devono affrontare un percorso di innovazione tecnologica (grandi società, pmi, pubbliche amministrazioni).Secondo Assinform (Associazione italiana per l’Information Technology) il mercato in cui opera Digital360, ovvero la compravendita dei servizi digitali, vale, solo in Italia, 30 miliardi di euro.

Azionariato

I principali azionisti sono Andrea Rangone, che possiede il 23,9% delle azioni, seguono Mariano Corso e Alessandro Giuseppe Perego, con il 12,2% ciascuno. Appena sotto il 5% troviamo Raffaele Balocco (4,9%) e Carlo Mochi Sismondi (+4%). Il mercato possiede il 21,9%.

Strategia di investimento e struttura del gruppo

La società è suddivisa in diverse business unit, che rispecchiano le attività svolte. La business unit Demand Generation incorpora i servizi di tre società del gruppo: ICT&Strategy, ServicePro, FPA. Questa divisione propone a tutte le imprese digitali un appoggio nell’ambito delle attività di comunicazione, storytelling, gestione eventi e ampliamento del business.

Demand Generation valorizza la presenza delle società clienti sul web adottando diversi strumenti: content marketing, posizionamento Seo, marketing automation e PR online.

Con la business unit denominata Advisory e Coaching, che racchiude l’offerta di tre società del gruppo (Partners4Innovation, IQ Consulting e FPA), Digital360 si propone a tutte le imprese e pubbliche amministrazioni che necessitano di innovazione digitale.

digital 360 gruppo.PNG

Per svolgere le sue attività, la società si avvale anche di un network di testate online dedicato al tema dell’innovazione digitale, che incorpora 53 portali online ed è visitato da oltre 1,5 milioni di visitatori unici al mese.

Risultati di bilancio

Gli ultimi risultati pubblicati dalla società riguardano il primo semestre 2018. Digital360 ha chiuso il periodo con ricavi pari a 11,9 milioni di euro, in aumento del 72% su base annua (6,9 milioni di euro la cifra conseguita alla fine del primo semestre 2017). Sul risultato ha influito positivamente anche la politica di crescita per linee esterne. A parità di perimetro il fatturato è salito del 32%.

L’Ebitda è stato pari a 1,5 milioni di euro, in crescita del 100% su base annua. A parità di perimetro, l’Ebitda è aumentato del 23%.

L’Ebit ha raggiunto la cifra di 0,5 milioni di euro (0,1 milioni maturati nello stesso periodo 2017), l’utile netto di 0,04 milioni (-0,1 milioni nel 2017).

L’Ebit rettificato è pari a 0,9 milioni di euro, cifra triplicata rispetto al primo semestre 2017, mentre a parità di perimento si dimostra in linea all’anno precedente.

La posizione finanziaria netta è negativa (debito) per 3,5 milioni, crescendo rispetto ai 2,6 milioni registrati alla fine del 2017. Il risultato è stato determinato dagli impieghi per gli investimenti e dalle acquisizioni eseguite nel periodo.

Newsflow significativo

Alla fine di novembre 2018, Digital360 ha acquistato il 49% di Effetto Domino, quota grazie alla quale è arrivata a possedere la totalità della società (il 51% era stato rilevato nel gennaio 2018).

Effetto Domino è un operatore attivo nel digital marketing e nella lead generation online (strategia che consente ad un azienda di ottenere nuovi contatti realmente interessati alle sue offerte).

Sempre nello stesso periodo, la società ha costituito una nuova area di adivisory dedicata esplicitamente allo sport, un settore molto solido che, solo in Europa, vale 294 miliardi di euro. In questo mercato c’è molta richiesta di innovazione digitale, e  Digital360 vuole offrire una nuova linea di servizi specifici per Club, società e istituzioni sportive, amministrazioni pubbliche.

Rating analisti

Il titolo è coperto da Corporate Family Office Sim, che ha attribuito il giudizio Buy con target price a 1,60 euro. Rispetto all’attuale quotazione (1,03 euro), il prezzo obiettivo esprime un upside (potenziale di rialzo), pari al 55%.

Il broker stima dei risultati in constante crescita dal 2018 in poi. I ricavi sono visti a 22,21 milioni euro nel 2018, e a 25,029 milioni nel 2019, per arrivare ai 28 milioni nel 2020. Il giudizio positivo è stato determinano dai risultati del primo semestre 2018, conseguiti, come si legge nella nota, non solo grazie alle acquisizioni, ma anche attraverso la crescita organica.

digital 360 stime.PNG

The

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*