Due certificati di SocGen a leva fissa 7x diventano “open end”

Hai domande o commenti? Scrivi a info@finanzaoperativa.com

I due Certificati su FTSE MIB a Leva Fissa giornaliera Long +7x (ISIN DE000SG2QNT6) e Short -7x (ISIN DE000SG2QNU4) di Societe Generale diventeranno i primi certificati a leva fissa Open End (senza scadenza predeterminata) quotati in Italia. In tal senso hanno, infatti, deliberato le assemblee straordinarie dei detentori chiamate a decidere in merito ad alcune modifiche dei due prodotti.

La modifica, che sarà efficace a partire dal 19 novembre 2018, non ha impatto sul prezzo dei prodotti e consente di continuare a negoziarli anche dopo la scadenza originaria, che era fissata per il 21/12/2018. Gli investitori che comunque non fossero interessati a detenerli in portafoglio dopo questa data, potranno venderli sul mercato (dove Societe Generale fornisce liquidità come Market Maker) oppure richiederne il rimborso anticipato (come previsto dalle nuove Condizioni Definitive

I due certificati sono i prodotti più scambiati sul SeDeX in termini sia di numero di contratti sia di controvalore e contribuiscono significativamente alla leadership di Societe Generale nel segmento dei certificati a leva fissa: al riguardo, la quota di mercato del player francese è del 65,8% per controvalore, pari a circa 5,65 miliardi di Euro (fonte: Borsa Italiana, dato riferito al periodo 01/01 – 03/10/2018).

Marcello Chelli, Co-Head Public Distribution di Societe Generale in Italia, ha commentato: “Questa modifica offre concreti vantaggi agli investitori che potranno continuare a beneficiare della consistente liquidità di tali strumenti, grazie all’operatività sia dei market maker3 (Societe Generale, Banca Sella Holding e Flow Traders) sia di una significativa platea di investitori retail e professionali”.

Share this post: