Due nuove obbligazioni a tasso misto in dollari ed euro da Société Générale

Societe Generale

Société Générale torna sul mercato obbligazionario e, a partire dall’11 gennaio, quota su Borsa Italiana due nuove obbligazioni a tasso misto in dollari ed euro, offrendo un’ulteriore opportunità di diversificazione agli investitori alla ricerca di rendimenti in un mercato obbligazionario che, dopo anni di tassi ai minimi storici, inizia lentamente a confrontarsi con l’ipotesi di rialzi.

L’emissione in dollari (codice Isin XS1236580517) ha una durata di 12 anni e prevede una cedola fissa in Dollaro USA del 5% per i primi tre anni e, successivamente, un coupon variabile in Dollaro USA pari al tasso Libor USD 3M + 0,25%, con un valore minimo dello 0% e un massimo del 5%.

L’emissione in euro (Isin XS1236574627) ha sempre una durata di 12 anni e prevede una cedola fissa in Euro del 3,50% per i primi due anni e, successivamente, un coupon variabile in Euro pari al tasso Euribor 3M + 0,25%, con un valore minimo dello 0% e un massimo del 3,50%.

“L’attenzione degli investitori si è concentrata recentemente sugli USA e sulle decisioni della Fed in tema di rialzo dei tassi, nonché sugli impatti di queste decisioni sugli altri mercati, Eurozona compresa – ha commentato Vincenzo Saccente, Co-Head Cross Asset and Public Distribution di Societe Generale in Italia. Le nuove obbligazioni di Societe Generale consentono di beneficiare di cedole fisse elevate per i primi anni e, in quelli successivi, di avvantaggiarsi degli eventuali rialzi dei tassi legati alle decisioni di Fed e BCE”.

Per quanto riguarda il bond in USD, si tratta della quarta emissione in dollari quotata a Piazza Affari nel giro di pochi mesi da Societe Generale, che ha messo a disposizione degli investitori diverse strutture per prendere posizione sull’andamento del tasso di cambio euro/dollaro e sull’andamento del tasso di interesse USA.

In particolare, a luglio è stato quotato un bond a tasso misto (XS1212331265) con cedola fissa del 4,25% per i primi due anni e, in seguito, un coupon variabile pari al tasso Libor USD 3M, con un minimo del 2% e un massimo del 4,5%. Ad agosto è stata poi la volta di un’obbligazione con cedola fissa del 3% (XS1212158965) che contempla la possibilità di rimborso anticipato a partire dal terzo anno. Infine, a novembre è stata lanciata un’obbligazione dalla durata di 8 anni (XS1265876430) che prevede una cedola fissa del 5% per i primi due anni e, successivamente, un coupon variabile pari al tasso Libor USD 3M, con un valore minimo dell’1,25% e un massimo del 5%.

Le valute di emissione e di regolamento dei bond in quotazione sono il Dollaro USA (per il bond in USD) e l’Euro (per il bond in EUR): il flusso cedolare e il rimborso a scadenza del Valore Nominale sono quindi espressi e pagati in queste valute, così come l’acquisto e la vendita sull’EuroMOT (per il bond in USD) e il DomesticMOT (per il bond in EUR). A scadenza, l’obbligazione rimborserà il 100% del Valore Nominale in Dollaro USA ed Euro.