Enel prova a rialzare la testa a Piazza Affari. I prossimi target

Enel ha confermato che Open Fiber rafforzerà il proprio capitale per accelerare lo sviluppo della rete in fibra ultraveloce. Nel frattempo, a Piazza Affari, il titolo prova a rialzare la testa, anche se per ora timidamente, vista la debolezza generale del mercato.

Comunque i segnali tecnici generati sono significativi: i corsi hanno incrociato al rialzo a 6,05 euro la media mobile a 21 sedute e a quota 6,10 l’analoga media a 50 giorni. Un movimento che potrebbe spingere l’utility fuori dal canale ribassista all’interno del quale è graficamente incastrato da metà aprile.

I prossimi obiettivi tecnici di Enel

Dal punto di vista operativo, una volta eventualmente confermato il superamento della trendline discedente (limite superiore del suddetto canale) a quota 6,15, al rialzo i successivi target sono individuabili in prima battuta a 6,50 euro e in seguito nell’area compresa tra 6,85 e la soglia dei 7 euro. Fondamentale però posizionare uno stop loss a quota 5,80.

Da rilevare inoltre che al livello attuale Enel vanta anche un rendimento del dividendo del 5,40%.      G.R.

Il trend di Enel nel medio termine a Piazza Affari

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*