Energia, l’Europa sale sul treno delle rinnovabili i titoli in pole position

Come riportato da Quotidiano Energia, i gestori delle ferrovie europee Deutsche Bahn in Germania e Polskie Koleje Panstwowe (Pkp) in Polonia hanno siglato accordi per l’acquisto di elettricità da Rinnovabili attraverso contratti Ppa (Power Purchase Agreement) di lungo termine, rispettivamente, Rwe e Pge. Lo evidenziano gli analisti di Equita Sim.

Per quanto riguarda Pkp, l’accordo prevede la realizzazione di impianti fotovoltaici sui terreni del gruppo ferroviario, il principale della Polonia con oltre 20.000 km di rete. Pkp acquisterà poi l’energia prodotta dagli impianti che saranno detenuti e gestiti da Pge, il cui obiettivo è raggiungere i 2,5 GW di capacità solare al 2030.

Deutsche Bahn ha firmato invece un Ppa per l’acquisto in un periodo di 5 anni a partire dal 2024 dell’energia generata da una porzione di 25 MW di Nordsee Ost, parco eolico di Rwe nel Mare del Nord tedesco costituito da 48 turbine per complessivi 295 MW. Deutsche Bahn, punta a soddisfare con le Fer il 100% del suo fabbisogno elettrico (circa 10 Twh all’anno) entro il 2038, rispetto all’attuale 57%.

Sempre in Germania è da segnalare un Ppa siglato da Greenpeace Energy con Quadra Energy. Il fornitore cooperativo legato alla nota associazione ambientalista riceverà dalla società del gruppo Enercon l’energia generata da 50 Mw eolici a partire dal 2021, quando scadrà il periodo di incentivazione degli impianti oggetto del contratto. Lo sviluppo dei contratti Ppa è fondamentale per lo sviluppo delle Res nel lungo termine (una volta terminati gli incentivi) poiché elimina il rischio della volatilità dei prezzi fissando i rendimenti ex-ante. Lo sviluppo del mercato è positivo per Erg, Falck, Alerion, Enel e Iniziative Bresciane.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*