Eni al test del supporto statico di lungo termine

Eni

Eni ha violato in area 13,30 euro il supporto dinamico discendente di medio-lungo termine. Un sostegno che se si sarebbe dimostrato valido avrebbe potuto favorirebbe un’inversione rialzista dei corsi, visto anche l’ipervenduto tecnico che caratterizza al momento il posizionamento dei principali indicatori e oscillatori tecnici. “Colpa” soprattutto delle quotazioni del petrolio Wti (che di recente ha violato il supporto a 54 dollari per barile) e Brent (scivolato sotto quota 60). Il prossimo, cruciale, livello di lupporto si trova ora in zona 13,20.

I prossimi target tecnici di Eni

Dal punto di vista operativo, nell’ipotesi di tenuta di quota 13,20, al rialzo i prossimi obiettivi del titolo sono individuabili in prima battuta a 13,65 euro, poi a 13,80, 14 euro e ancora in area 14,40/50 euro. Stop loss, rigidissimo, da posizionare a quota 13,30.     G.R.

 

Il trend di Eni a Piazza Affari

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*