Etp, una ricerca di Source rivela il previsto utilizzo dei diversi tipi di questi strumenti

ETF

Da una nuova ricerca di Source, uno dei principali fornitori di Exchange Traded Product (ETP) in Europa, emerge che coloro che investono in questi strumenti ricorrono mediamente a tre o quattro tipologie diverse e il 78% ha intenzione di mantenere o incrementare l’esposizione su questi prodotti nel corso del 2015.

In base ai risultati della ricerca, il 71% degli investitori intervistati in questo momento investe in ETP passivi, mentre il 37% ha intenzione di incrementare la posizione nel corso del 2015, rispetto al 5% soltanto che intende ridurla. Nel caso degli ETP a gestione attiva il risultato è rispettivamente del 40%, 10% e 4%.

Poco più di un terzo degli intervistati dichiara di utilizzare ETP basti su strategie con controllo del rischio e il 13% intende aumentare la posizione su questi strumenti, rispetto al 3% soltanto che prevede di ridurla. Il sondaggio è stato condotto tra 559 investitori professionali e consulenti con sede in 11 paesi europei che investono in ETP. Ciascuno degli intervistati è responsabile per almeno 50 milioni di sterline investite da clienti privati o 100 milioni di sterline da clienti istituzionali.

Peter Thompson, presidente di Source, ha dichiarato: “Il mercato ETP è incredibilmente creativo e spinge continuamente i confini dell’innovazione. Abbiamo già annunciato che con FTSE Russell e Research Affiliates abbiamo creato FTSE RAFITM Equity Income Index Series, una nuova famiglia di indici sulle azioni che distribuiscono dividendi elevati, selezionate per favorire un reddito sostenibile.

“È chiaro che l’innovazione, abbinata al fatto che gli ETP spesso sono molto liquidi e presentano commissioni molto competitive, alimenta una domanda crescente di questi prodotti.”