Eur/Usd: il taglio della Fed spinge i corsi. L’analisi di Vontobel Certificati

A cura di Vontobel Certificati

Dopo la riduzione del costo del denaro da parte della Fed, le quotazioni dell’EUR/USD hanno beneficiato di un intenso apprezzamento. Mentre l’istituto centrale a stelle e strisce ha diverse armi a sua disposizione, l’arsenale della BCE appare più limitato. La combinazione di questi due elementi è andata a vantaggio dell’EUR/USD, che si è ripreso dai minimi dal 21 aprile 2017 (1,0782). Anche da un punto di vista grafico, il cambio è giunto ad un possibile punto di svolta.

L’Effetto

Dal grafico giornaliero dell’EUR/USD, si nota come il forte recupero delle quotazioni iniziato lo scorso 21 febbraio abbia permesso ai prezzi di violare due importanti resistenze: la prima  identificabile nel livello orizzontale a 1,0999, ereditato dai massimi del 3 ottobre 2019, la seconda con la linea di tendenza che unisce i top del 31 dicembre 2019 a quelli del 16 gennaio 2020. Le quotazioni hanno quindi superato il successivo ostacolo statico, a 1,1085, e la media mobile semplice a 200 giorni. L’avanzata dei compratori è proseguita oltre il livello di concentrazione di offerta a 1,1164, zona dove i prezzi continuano a venire respinti da agosto 2019. Questo superamento, se dovesse essere confermato, potrebbe far proseguire il movimento ascendente dei corsi, in prima battuta fino a quota 1,1286. Al contrario, discese sotto 1,10 verranno considerate negativamente.

I certificati di Vontobel sull’Eur/Usd

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*