Fib, avanti piano ma avanti

fib logo

Avanti piano ma avanti. Questa la marcia del Fib, il future sull’indice Ftse Mib con scadenza giugno 2019, che nella seduta odierna ha segnato il nuovo massimo degli ultimi otto mesi e mezzo sfiorando la resistenza statica posta a ridosso dei 21.500 punti. Un movimento che consente il proseguimento dell’uptrend di fondo iniziato dal derivato alla fine dello scorso anno e che ha avuto anche un’ulteriore recente conferma dopo il rimbalzo dalla media mobile a 21 sedute che funge da supporto dinamico a quota 21.950.

I prossimi target tecnici del Fib

Al rialzo, eventualmente dopo una breve fase laterale di consolidamento, i prossimi obiettivi del derivato sono individuabili in prima battuta in zona 21.750/800 e poi ancora a ridosso dei 22.000 punti. Per contro, in caso di violazione confermata di quota 20.950 (dove, come detto, ora transita la media mobile a 21 giorni) si profilerebbe una correzione verso quota 20.500 prima e poi in zona 20.260, dove transita ora la media mobile a 50 giorni.       G.R.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*