Fib, doppio minimo in vista?

Hai domande o commenti? Scrivi a info@finanzaoperativa.com

fib logo

La bocciatura da parte della Commissione europea della manovra di Bilancio italiana non ha per ora spinto il Fib, future sull’indice Ftse Mib con scadenza dicembre, ad aggiornare il minimo da inizio anno. E sebbene i corsi siano vicini al bottom toccato a 18.360 punti alla fine dello scorso mese di ottobre, nell’ipotesi in cui questo livello si dimostrasse un valido supporto potremmo anche assistere alla formazione di un doppio minimo. Una figura tecnica che in genere anticipa un rimbalzo delle quotazioni.

In quest’ottica, al rialzo i prossimi obiettivi diventerebbero in prima battuta l’area compresa tra quota 18.980 (dove transita la media mobile a 21 giorni) e la soglia dei 16309.000 punti e, in seguito, l’area 19.500/19.600. Per contro, l’eventuale conferma del cedimento del sostegno a 18.360 innescherebbe una nuova discesa verso 18.000 prima e i 17.750 punti poi.               G.R.

 

Share this post: