Fib, il rally ha il fiato corto

fib logo

Il mercato azionario italiano è decisamente impostato al rialzo nel medio termine, anche se nella seduta odierna sono apparsi i primi segnali di incertezza. Il Future sull’indice FTSE/MIB, infatti, ha vissuto una giornata incolore con un andamento laterale compreso in uno strettissimo trading range tra i livelli 22.105 e 22.195, rimanendo quindi vicino ai massimi annuali ma senza riuscire a superarli nuovamente. Inoltre, anche i volumi negoziati sono stati piuttosto bassi.

La riduzione della volatilità intraday (era accaduto anche nella giornata di ieri) è il sintomo che probabilmente la spinta rialzista in corso sta per esaurirsi e potremmo assistere nel breve periodo ad un fisiologico ritracciamento dei prezzi. La situazione tecnica, infatti, pur rimanendo positiva con un indicatore Parabolic Sar crescente, nonché un indicatore Macd che rimane lontano dal proprio Signal, segnala come l’oscillatore RSI continui a mantenersi nella propria area di “ipercomprato”, nell’intorno del valore 89.

I segnali di trading sul Fib

Dal punto di vista operativo, l’ingresso in posizioni long è consigliabile solo al superamento del livello 22.195 con target nell’intorno dei 22.330 punti, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 22.105 con obiettivo molto vicino al livello 21.935.
(A.A.)


L’andamento di breve termine del Future FTSE/MIB

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*