Fib, l’importanza del supporto a 21.000

fib logo

Il mercato azionario italiano sembra aver interrotto la propria fase discendente e, dopo due pattern Doji indicanti sostanziale lateralità, le quotazioni hanno ripreso lentamente a salire. Per il Future sull’indice FTSE/MIB, in particolare, è stata di fondamentale importanza la tenuta del supporto posto sul livello 21.000, nonostante i due tentativi di violazione avvenuti nelle recenti sedute (quando i prezzi hanno sfiorato nell’intraday quota 20.900).

Pertanto, se il recupero dell’indice italiano dovesse proseguire, è possibile rivedere quota 21.205 prima e successivamente 21.390, preludio all’attacco dell’importante resistenza posta sul livello 21.500. Ma è ancora presto per cantare vittoria sia perché il rialzo è molto incerto, sia perché alcuni indicatori mostrano divergenze rispetto alle quotazioni. Più precisamente, nella giornata odierna è stato violato al ribasso l’indicatore Parabolic Sar, così come l’oscillatore RSI continua a mantenersi nella propria area di “ipercomprato”.

I segnali di trading sul Fib

Dal punto di vista operativo, l’ingresso in posizioni long è consigliabile solo al superamento del livello 21.205 con target nell’intorno di 21.390 punti, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 21.000 con obiettivo molto vicino al livello 20.795.


L’andamento di breve termine del Future FTSE/MIB

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*