Fib, per proseguire l'ascesa è essenziale evitare un doppio massimo

fib logo

Avanti piano. Questa la marcia del Fib, il future sull’indice Ftse Mib con scadenza dicembre, che prosegue nel lento recupero appoggiandosi al supporto dinamico ascedente (al momento passante per 22.670 punti) che dallo scorso 20 ottobre sostiene la ripresa dei corsi. Per proseguire ulteriormente nell’uptrend il derivato dovrà però scongiurare la formazione di un doppio massimo in area 22.800/22.900 (figura tecnica che in genere anticipa una correzione).

In quest’ottica, nelle prossime sedute, sarà essenziale un incremento degli scambi (ora inferiori alla media mensile) e la conferma del sorpasso della suddetta area di resistenza, oltre la quale i successivi target diventerebbero prima la soglia psicologica dei 23.000 punti e poi la zona compresa tra 23.250 e 23.300. Per contro, nell’ipotesi in cui il future dovesse invece scivolare al di sotto del supporto dinamico a 22.670 punti per i corsi si profilerebbe una correzione con obiettivi prima a 22.450, vove attualmente transita la media mobile a 21 giorni, e poi a quota 22.190, dove passa l’analoga media a 21 sedute.    G.R.

Clicca sul grafico per ingrandirlo
Fib