Fib, prossima fermata a quota 20.200?

fib logo

Oltre 1.000 punti nelle ultime tre sedute. È quanto ha lasciato sul campo il Fib, il future sull’indice Ftse Mib con scadenza dicembre, che in una sempre più rapida sequenza ha violato prima a quota 21.400 il supporto dinamico ascendente che dalla seconda settimana di settembre delimitava inferiormente il canale rialzista all’intrno del quale si muovevano i corsi, poi ha incrociato al ribasso a 21.145 punti la media mobile a 50 giorni e a quota 20.960 l’analoga media a 21 periodi e, infine, nell’intraday di oggi (venerdì 28 settembre) è sceso fino a segnare un minimo a 21.440.

Cosa accadrà la prossima settimana? Difficile dare una risposta certa. Di sicurO, per ora, c’è il fatto che gli indicatori tecnici non sono ancora entrati in zona di ipervenduto e che, di riflesso, c’è ancora spazio per una correzione. E che a ridosso di quota 20.200 è posto un importante supporto statico di medio periodo, dal quale il derivato potrebbe (condizionale d’obbligo) anche rimbalzare e tornare prima a 20.750 e poi oltre la soglia dei 21.000 punti.   G.R.