Focus commodity: argento

L’argento potrebbe (condizionale più che mai d’obbligo vista l’alta volatilità dei corsi) disegnare un triplo minimo ascendente a ridosso del supporto dinamico ascendente al momento in area 15,60 dollari per oncia. Una formazione tecnica che, in genere, anticipa, la continuazione dell’uptrend di fondo.

In quest’ottica, dollaro permettendo, i successivi target diventerebbero 16 prima e 16,20/16,25 in seguito, dove è posta una resistenza statica di medio termine, e ancora a quota 16,50.

Attenzione però: i segnali generati nelle ultime sedute sono poco incoraggianti in tal senso: il prezzo spot del metallo ha infatti prima incrociato al ribasso a quota 15,80 la media mobile a 21 sedute e in seguito è sceso al di sotto dell’analoga media a 50 giorni che ora transita per 15,72 euro.

Di conseguenza è fondamentale posizionare un rigido livello di stop loss o stop and reverse a 15,60 dollari per oncia, al di sotto del quale si prospetterebbe una discesa verso 15,45 prima e poi, eventualmente verso quota 15,25.

Al rialzo dell’argento a Piazza Affari sono disponibili i seguenti Etc: Etfs Silver, Etfs Eur Daily Hedged Silver, Etfs Eur Daily Hedged Silver, Etfs 2x Daily Long Silver, Boost Silver 3x Leverage Daily e Sg Etc Silver +3x Daily Lever Collateral.

Mentre al ribasso gli Etc sono: Etfs 3x Daily Short Silver, Boost Silver 2x Short Daily e Boost Silver 3x Short Daily.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*