Fondi sostenibili, il patrimonio globale supera i mille miliardi

A cura di Morningstar

I fondi sostenibili sono ripartiti velocemente dopo i timori per gli effetti del coronavirus sui mercati. Secondo le stime di Morningstar, la raccolta netta globale è cresciuta del 72% nel secondo trimestre ed è stata di 71,1 miliardi di dollari (circa 60 miliardi di euro).

L’Europa si conferma la regione dove gli investimenti basati sui fattori Esg (ambientali, sociali e di governance) sono più popolari. Nel periodo aprile-giugno, ha catturato l’86,3% dei flussi netti globali (61,4 miliardi di dollari, pari a circa 52 miliardi di euro). Seguono con gran distacco gli Stati Uniti con una quota del 14,6%.

I numeri-chiave dei fondi sostenibili a livello globale

I numeri-chiave dei fondi sostenibili a livello globale 

Patrimonio record

Dopo essere sceso del 12% a 856 miliardi di dollari a fine marzo 2020, il patrimonio è tornato a salire superando il traguardo dei mille miliardi di dollari (+25%, oltre 900 miliardi di euro) al 30 giugno. L’incremento è stato superiore a quello dell’universo dei fondi nel suo complesso. L’Europa rappresenta l’82% del totale.

Il patrimonio dei fondi sostenibili a livello globale (per trimestre e in miliardi di dollari)

 Il patrimonio dei fondi sostenibili a livello globale (per trimestre e in miliardi di dollari)

Più offerta

Continuano i debutti di nuovi prodotti. Morningstar ne ha contati 125 nel secondo trimestre a livello globale, che si aggiungono ai 133 del primo. Negli ultimi cinque trimestri, la crescita è stata costante. Le società di gestione, inoltre, hanno continuato a convertire in sostenibili i fondi già esistenti, soprattutto in Europa.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*