Franklin Templeton acquisisce Legg Mason: nasce la Sgr da 1,5 trilioni di dollari di masse gestite

Franklin Resources, organizzazione globale di gestione degli investimenti operante come Franklin Templeton, ha annunciato di aver siglato un accordo definitivo per acquisire Legg Mason per un corrispettivo di  4,5 miliardi di dollari, ovvero 50 dollari per azione, in una transazione interamente finanziata da mezzi propri. La società si farà carico anche di circa 2 miliardi di dollari debito di Legg Mason.

L’acquisizione di Legg Mason e delle sue molteplici società d’investimento affilliate, che gestiscono collettivamente oltre 806 miliardi di dollari di asset al 31 gennaio 2020, renderanno Franklin Templeton uno dei maggiori gestori di investimenti globali indipendenti e specializzati al mondo con un patrimonio complessivo di 1,5 trilioni di dollari in gestione attraverso uno dei maggiori team di investimento di elevata qualità nel settore. L’impronta combinata dell’organizzazione – si legge in una nota – rafforzerà in modo significativo la presenza di Franklin Templeton in aree geografiche chiave e darà vita a un’estesa piattaforma d’investimento ben bilanciata tra masse in gestione di clienti istituzionali e clienti retail. La piattaforma combinata genera inoltre un forte business di mandati di gestione segregati.

“Questa acquisizione è una pietra miliare per la nostra organizzazione che sblocca sostanziali opportunità di valore e crescita su più larga scala, diversità ed equilibrio tra strategie di investimento, canali di distribuzione e aree geografiche”, spiega Greg Johnson, Executive Chairman del Consiglio di Amministrazione di Franklin Resources. “I nostri punti di forza complementari miglioreranno il nostro posizionamento strategico ed il potenziale di crescita a lungo termine, pur mantenendo il nostro obiettivo di creare un’organizzazione più equilibrata e diversificata posizionata in maniera competitiva per raggiungere un maggior numero di clienti in più paesi”.

“Questa acquisizione aggiungerà ulteriori diversificate competenze alle nostre esistenti strategie di investimento con poche sovrapposizioni attraverso molteplici società affilliate di prim’ordine, team di investimento e canali di distribuzione, portando una notevole leadership aggiuntiva e forza nell’obbligazionario core nell’azionario attivo e nelle strategie alternative. Avremo la possibilità di espandere anche le nostre soluzioni multi-asset, un’area di crescita chiave che risponde alla crescente domanda dei clienti di soluzioni di investimento complete e orientate ai risultati”, commenta Jenny Johnson, presidente e Ceo di Franklin Templeton.

“L’incredibile potenziale dell’unione tra le nostre due organizzazioni mi dà la massima fiducia che questa transazione creerà vantaggi significativi a lungo termine per i nostri clienti e fornirà ai nostri azionisti una valutazione convincente per il loro investimento”, aggiunge Joseph A. Sullivan, Chairman e Ceo di Legg Mason. “Tutelando l’autonomia di ciascuna organizzazione di investimento, la combinazione di Legg Mason e Franklin Templeton farà rapidamente leva sui nostri punti di forza collettivi, riducendo al minimo il rischio di turbative. I nostri clienti trarranno vantaggio da una visione condivisa, forte cultura aziendale focalizzata sul cliente, capacità di investimento distinte e un vasto impatto di distribuzione in questa potente combinazione”.

“Questa transazione ci fornisce una scala significativa, risolve lacune strategiche e porta un maggiore equilibrio al nostro business, posizionandoci per una crescita accelerata nel futuro”, dice ancora Jenny Johnson. “Abbiamo rispetto e ammirazione per il successo che Legg Mason e le sue affiliate d’investimento hanno raggiunto e abbiamo strutturato la transazione per garantire che le sue affiliate abbiano il giusto mix di indipendenza e supporto per continuare a consolidare i loro solidi risultati. Le società d’investimento di Legg Mason potranno far leva sull’infrastruttura globale di Franklin Templeton e gli investimenti in corso in tecnologia e innovazione, mentre i clienti possono contare sulla solidità finanziaria della Combined Company e sugli interessi allineati”.

Il corrispettivo in contanti per l’acquisizione sarà finanziato dalla liquidità del bilancio esistente di Franklin Templeton che, alla chiusura della transazione, prevede di mantenere un solido
bilancio e una notevole flessibilità finanziaria con un debito lordo pro forma di circa 2,7 miliardi di dollari con liquidità residua ed investimenti per circa 5,3 miliardi di dollari.

Trian Fund Management e dei fondi da essa gestiti, che possiedono collettivamente circa 4 milioni di azioni ovvero il 4,5% delle azioni in circolazione di Legg Mason, hanno stipulato un accordo di voto a sostegno dell’operazione. Operazione alla quale non aderisce EnTrust Global, una consociata Legg Mason che fornisce soluzioni di investimento alternative, il cui controllo sarà acquisito dal suo management.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*