Ftse Mib alle prese con un white spinning top

Il FtseMib ha disegnato un white spinning top che prosegue la fase di compressione della volatilità.  Ci lasciamo alle spalle una’ltra settimana caratterizzata da una riduzione  della volatilità con l’’indice che si è mosso fra 16.500 e 17.150 nelle ultime 5 sedute. Il FtseMib sta consolidando da ormai oltre 1 mese muovendosi in 1.500 punti  (16.300 -17.800) da ormai 21 sedute.

Questo decremento della volatilità va di pari passo con una drastica riduzione dei volumi. Il blocco dello short se da un lato può limitare la pressione ribassista (in alcuni casi) dall’altro  rende il mercato meno efficiente e più facilmente “manipolabile” ingenerando maggiori falsi segnali. In questo articolo facciamo un approfondimento sul tema.

Nonostante il tentativo di rimbalzo si temono clamorosi tonfi del prezzo del petrolio anche sulla scadenza di Giugno. Nel caso dei bancari invece il focus è sullo Spread Btp- Bund. L’impressione che si ha dopo l’Eurogruppo è che “l’elefante ha partorito il topolino” ovvero non si ha in Europa una volontà condivisa di agire rapidamente e con misure senza precedenti per contrastare la crisi economia generata dalla pandemia.

Lo Spread (nonostante i massicci acquisti di Btp della BCE) rimane sotto pressione: un eventuale superamento di area 275 potrebbe essere il segnale “della speculazione” che se l’Italia prova a mettersi “di traverso” è un attimo mandarlo alle stelle. Tutto questo (naturalmente) impatta sui titoli bancari che rimangono inchiodati sui minimi annuali.

Dove e come i soldi adesso? Operativamente siamo rientrati sul mercato puntando sul rimbalzo proprio di un titolo finanziario che è su minimi rilevati.

Segnaliamo fra le idee di trading:

Terna registra una interessante esplosione dei volumi e della volatilità disegnando un interessante Engulfing Bullish che eclissa il corpo delle 10 precedenti sedute. Possibile un ulteriore allungo verso 6 euro.

Nexi testa la resistenza chiave passante in area 14 euro. Una chiusura superiore a questo livello, fornirà un significativo segnale rialzista.

Monitoriamo Intesa SanPaolo che (in attesa dell’assemblea) è schiacciata in una fase di compressione della volatilità ben fotografata dal triangolo in cui è ingabbiata. La fuoriuscita del presso da questo pattern, innescherà un violento movimento direzionale.

Teniamo nel mirino anche Generali in attesa dei “numeri”. I prezzi sono ingabbiati da 21 sedute fra area 12 e 13 euro. La fuoriuscita dei prezzi da questo Box, potremmo innescare una accelerazione.

Tecnogym mostra interessanti segnali di reazione disegnando una candela Long white che esplode nei volumi e nella volatilità. Possibile un ulteriore allungo verso 7 euro.

A cura di Pietro Di Lorenzo, www.sostrader.it

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*