Ftse Mib prossimo a un forte movimento direzionale

L’ unica questione che conta in questo momento sul mercato italiano (e, se vogliamo estendere il campo, sulle piazze mondiali in generale) è “quale sarà il prossimo trend?” Perché, sia chiaro, il laterale attuale è solo provvisorio e sicuramente avverrà un prossimo trend direzionale che sarà molto forte. E’ il laterale stesso che ne parla. Tale trend potrebbe essere ribassista perché il rimbalzo (recupero dei prezzi) rispetto alla precedente discesa è già arrivato al rintracciamento di Fibonacci 38,2% sull’indice Ftse Mib e questo potrebbe bastare (Figura 1).

Figura 1. Future FtseMib – grafico giornaliero

E se bastasse le conseguenze sarebbero ovvie: si andrebbe sotto i 14.000 e forse anche sotto i 12.000 punti di future Ftse Mib (Figura 2).

Figura 2. Future FtseMib – grafico giornaliero

C’è bisogno di dire che bisogna essere prudenti al fine di evitare che le proprie finanze subiscano questo scenario? E in questo processo laterale c’è chi è più avanti (o forse più indietro?) come Aquafil. Questo titolo invertirebbe il suo trend al rialzo solo sopra i 5,04 euro mentre sotto il suo minimo di 2,61 euro probabilmente proseguirebbe il suo ribasso (Figura 3).

Figura 3. Aquafil – grafico giornaliero

Idem per Banca Finnat, i cui valori di riferimento sono rispettivamente 0,255 e 0,20 euro (Figura 4).

Figura 4. Banca Finnat – grafico giornaliero

A cura di Fabio Pioli, trader, analista finanziario e fondatore di CFI (www.cfionline.it)

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*