Fib, triplo massimo a quota 21.500

fib logo

Il mercato azionario italiano continua a mostrare evidenti segni di debolezza. Il Future sull’indice Ftse/Mib mantiene la propria impostazione ribassista dopo la realizzazione di un triplo massimo avvenuta nei mesi di aprile, maggio e giugno sull’importante livello 21.500. Tale resistenza appare insuperabile nel breve termine, tant’è che le quotazioni sono lentamente scese nel corso di alcune sedute fino a sfiorare il supporto posto a quota 20.900.

Tale andamento potrebbe proseguire ancora fino al livello 20.640, dove si trova l’indicatore Supertrend, per poi arrestarsi in prossimità dell’altrettanto importante supporto in area 20.500 (media mobile a 25). Inoltre, l’indicatore Macd sembra voler incrociare al ribasso il proprio Signal, mentre l’oscillatore RSI si trova decisamente in una fase “ipercomprato”.

I segnali di trading

Dal punto di vista operativo, l’ingresso in posizioni long è consigliabile solo al superamento del livello 21.160 con target nell’intorno di 21.300 punti, mentre le posizioni ribassiste potranno essere aperte solo alla violazione di quota 20.930 con obiettivo molto vicino al livello 20.780.


L’andamento di breve termine del Future FTSE/MIB

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*