FtseMib alle prese con un doji

Il FtseMib ha disegnato una doji candle che archivia la terza seduta negativa consecutiva. Ci lasciamo alle spalle una settimana interlocutoria condizionata da una Wall Street a mezzo servizio per la festa del Ringraziamento di giovedì. In questo contesto le operazioni intraday hanno pagato di più di quelle multiday. In questo articolo vengono illustrate quelle eseguite nel corso della settimana.

Novembre si chiude in rialzo del 2.49% archiviando il nono mese positivo del 2019. Il rialzo da inizio anno si fa sempre più sostanzioso +26.93%.
Da inizio anno le Blue Chips migliori sono: Azimut Holding 140,19%, Amplifon 89,04%, Stmicroelectronics 82,34%, Ferrari 76,77%, Diasorin 71,57%, Poste Italiane 51,63% Unipol 51,22, Hera 50,41, Buzzi Unicem 49,62 ed Exor 46,93%.
In rosso invece solo 2 titoli: Pirelli & C -8,2, Eni -0,25.

Operativamente deteniamo una posizione short su un titolo finanziario, che dopo una lunga corsa potrebbe essere colpito dalle prese di profitto.

Tra i titoli interessanti in ottica di breve termine segnaliamo:

Atlantia dopo aver toccato i minimi dal 23 gennaio mostra interessanti segnali di reazione sul supporto a 20 euro. Possibile un tentativo di rimbalzo da questi livelli.

Ci attendiamo grande volatilità su Juventus FC nel primo giorno della quotazione con i diritti! Possibile costruire veloci operazioni intraday sul titolo.

Nexi prosegue nel rally apprezzandosi del 7% negli ultimi 5 giorni. Attendiamo un rapido pull back al fine di individuare un punto di ingresso a più basso rischio.

CNH Industrial riconosce il supporto in area 9.5 euro disegnando una white closing marubozu. Possibile un tentativo di rimbalzo da questo livello.

 

Cattolica Assicurazioni prosegue la discesa riportandosi a contatto con la resistenza in area 7.1 euro. Monitoriamo questo livello su cui gli acquirenti potrebbero tentare una reazione.

A cura di Pietro di Lorenzo, www.sostrader.it

 

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*