Grecia e Arabia Saudita spingono i listini. Fib oltre quota 23.000 punti

toro wall street

Il probabile rimborso della Grecia al Fmi di un prestito di 456mln di dollari spinge in terreno positivo i listini del Vecchio Continente sostenuti anche dalle quotazioni del petrolio in forte rialzo dopo la decisione dell’Arabia Saudita di alzare i prezzi. La settimana appena iniziata avrà come driver non solo i colloqui della grecia con i propri partner UE ma anche l’inizio delle trimestrali USA vero banco di prova per capire lo stato di forma dell’economia statunitense dopo il forte apprezzamento del dollaro.

In questo scenario il Fib, il future sull’indice Ftse Mib, ha oltrepasaato la soglia tecnica e psicologica dei 23.000 punti. Operativamente, i prossimi target sono individuabili a 23.250 prima e in zona 23.750/800 poi. Per contro, se il derivato tornerà per l’ennesima volta sotto 23.000, per i corsi si profilerebbe  una correzione verso 22.755, dove al momento transita la media mobile a 21 sedute.        G.R.

Clicca sul grafico per ingrandirlo

Fib