I Buy di oggi da Autogrill a Pirelli

Hai domande o commenti? Scrivi a info@finanzaoperativa.com

buy

Per gli analisti di Mediobanca valgono un outperform A2a con prezzo obiettivo di 1,70 euro (il management sta verificando se allargarsi a livello di alleanze anche con la multiutility mantovana Tea, anche se non è l’unica opportunità per crescere, secondo quanto ha detto il sindaco di Milano Giuseppe Sala), Banca Generali con obiettivo di 26,50 euro (raccolta a settembre migliore delle stime), Cerved con target di 11,40 euro (annunciate del dimisioni del ceo Marco Nespolo), Fca con fair value di 20,10 euro (Bloomberg torna sull’argomento della cessione di Magneti Marelli a Kkr, che potrebbe aver luogo già questo mese a un prezzo di oltre 5,5 miliardi di euro e avverrebbe con l’esclusione di alcuni rami d’azienda minori), Iren con fair value di 2,80 euro (possibile acquisizione di Seta e Sei Energia), Leonardo con target di 14 euro (il gruppo resta il principale fornitore di sistemi elettronici a Fincantieri, il cui target è a sua volta di 1,80 euro), Pirelli & C. con prezzo obiettivo di 7,80 euro (annunciato il closing joint venture al 49% con la cinese Hixih Group) e Tecnoinvestimenti con obiettivo di 8,30 euro (l’espansione internazionale resta un obiettivo primario del management).

Ancora, Banca Kros assegna un buy ad Autogrill con target price di 13 euro in vista del possibile listing di HMS Host a New York, Gamenet con prezzo obiettivo di 15 euro dopo il closing dell’acquisizione di Goldbet per 273 mln di euro e Leonardo con fair value di 13,25 euro (il gruppo resta il principale fornitore di sistemi elettronici a Fincantieri). Giudizio accumulate poi per Banca Generali con obiettivo di 25,50 euro, DiaSorin con target di 90 euro (siglato con Meridian Bioscience un accordo strategico volto alla commercializzazione a livello globale del test per l’identificazione del batterio Helicobacter pylori su campioni di feci), Fca con fair value di 20,50 euro, Fincantieri con obiettivo di 1,65 euro e Intesa Sanpaolo con target di 2,90 euro, tagliato però dai precedenti 3 euro (apertura di un ufficio Eurizon a Madrid, la notizia di ieri).

Infine, Equita valuta buy Creval con target price di 0,15 euro (dimissione consiglieri), Enel con prezzo obiettivo di 6 euro in vista della possibile reintroduzione di un dividendo minimo anche per i prossimi anni in sede di presentazione del piano strategico atteso a novembre, Leonardo con fair value di 11,90 euro e Pirelli & C. con prezzo obiettivo di 8,50 euro.

Share this post: