I Buy di oggi, da Eurotech a Lvmh

BUY

A Banca Imi sono Buy su Eurotech (target rivisto al rialzo da 3,8 a 5,2 euro) alla luce dei risultati in continuo milgioramento del gruppo, Alkemy (tgt a 16,2 euro) sulla richiesta di passaggio allo Star, Eni (tgt a 20,6 euro) sulla possibile sanzione da 1.1 mld di dollari al Consorzio con shelle altri dalla Nigeria, Guala Closures (tgt a 12,3 euro) dopo il close dell’operazione con Upc, Unicredit (tgt a 15,4 euro) che per 3-4 anni avrà una evoluzione solo organica e solo dopo il consolidamento. Add su Fca (tgt a 15,8 euro e a 20 euro per Akros) pur dopo il -8% di immatricolazioni a novembre, Generali (tgt a 16,2 euro).
Gli analisti di Mediobanca sono Outperform su A2A (tgt a 1,7 euro e a 1,78 euro per Equita) che potrebbe essere interessata agli asset di Ascopiave e Sorgenia, Cairo Communication (tgt a 4,24 euro), Cnh Industrial (tgt a 12,8 euro), Gedi (tgt a 0,54 euro), Mediaset (tgt a 3,5 euro) i cui canali FTA saranno da gennaio anche su Sky, Telecom Italia (tgt a 0,93 euro, ma a 0,64 euro per Equita) con il governo che potrebbe cercare un unico operatore a banda larga.
A Equita i Buy sono su Saipem (tgt a 5,1 euro) che secondo Reuters non dovrebbe avere impatti dall’attacco informatico subito, e Lvmh (tgt a 360 euro) che ha acquisito Belmond, attivo negli hotel e ristoranti di lusso.
Banca Akros è Buy su Eni (tgt a 18,5 euro), Leonardo (tgt a 13,25 euro), Maire Tecnimont (tgt a 5,2 euro) sul progetto da 200 mln in Russia. Accumulate su Banca Generali (tgt da 22 a 23,5 euro) che ha una prospettiva di ancor ricchi dividendi, Enel (tgt a 5,75 euro) che ha confermato il focus sulle rinnovabili.  M.M.