I profitti del terzo trimestre alleviano i timori del mercato, ma quanto durerà?

Trimestrali

I  mercati hanno tirato un sospiro di sollievo durante il terzo trimestre, che ha visto le società riportare risultati migliori del previsto, contribuendo a dissipare le preoccupazioni di una recessione degli utili.

L’indice S&P 500 ha registrato uno dei suoi migliori rendimenti durante la stagione degli utili degli ultimi cinque anni, informano gli esperti mentre l’indice ISM Manufacturing Index è sceso sotto i 50 punti nel corso del trimestre, indicando una contrazione.

Secondo Lillian Lin, Investment Grade Portfolio Manager e Bill Smith, Global Equities Portfolio Manager di Pimco, sembra quindi che le aziende stiano apprezzando la “finestra di debolezza” che Pimco vede per l’economia e i mercati globali. Ora non resta che chiedersi se questo è un segnale di svolta nel ciclo economico e per quanto tempo durerà la tregua del mercato.

I segnali di debolezza sono più acuti per le small, a detta dei due esperti di Pimco, evidenziando come i fondamentali del mercato del credito sembrano solidi anche se il rischio politico potrebbe comunque creare venti contrari.

Secondo un recente sondaggio tra gli investitori di BofA, infatti, le elezioni Usa del 2020 sono ancora la preoccupazione principale, il che suggerisce come l’attuale processo di impeachment potrebbe creare volatilità nel mercato, precisa Pimco.

I mercati azionari e creditizi hanno finora ottenuto risultati reddituali poco brillanti e secondo gli esperti la situazione potrebbe cambiare qualora la fiducia diminuisse ulteriormente. Infine, da Pimco osservano come un approccio attivo alla selezione del credito sarà di fondamentale importanza.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*